Oro oggi

$1500 all'oncia: cosa significa?

La crisi del dollaro sottolinea la forza dell'oro

Di Adrian Ash - BullionVault.it

IL PREZZO DELL'ORO quindi ha superato la soglia dei $1500 all’oncia. Tale raggiungimento ha un significato particolare?

Noi crediamo di no, che non ci sia proprio nulla di speciale. Non c’è più oro oggi di quanto ce ne fosse ieri o un mese fa, e ce n’è proprio poco di più rispetto a un mese fa.  Le riserve mondiali d’oro di dieci anni fa, quando un’oncia d’oro era valutata $270, sono superiori a quelle odierne di appena il 15%.

Come allora, anche oggi l’oro ha un uso industriale estremamente ridotto (appena l’11% della domanda totale nel 2010) e l’oro rimane un metallo indistruttibile. Non cambia, neppure arruginisce.



È tutto il resto che cambia: in modo particolare il volume e la qualità dei debiti pubblici, e la quantità di dollari sui mercati. Sono queste condizioni che rendono l’oro ancora più prezioso, sopratutto quando lo si paragona alle continue scivolate della moneta americana. 

Investire in oro e argento fisico ai prezzi del mercato professionale. BullionVault offre il modo più semplice, sicuro e conveniente per investire in oro in lingotti del tipo Good delivery, custoditi in Svizzera.

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento