Oro oggi

L'insolito record di maggio

Il record di maggio lascia prevedere nuovi picchi a fine anno

Di Adrian Ash, BullionVault.it

VEDERE IL PREZZO DELL'ORO stabilire a maggio il record mensile (figuriamoci un record assoluto) è un fatto piuttosto raro.

La storia suggerisce che questa evenienza suggerisce ottime probabilità di avere prezzi ancora più alti attorno a Natale. Questa situazione riflette quello che è accaduto finora nel 2010, con il mese appena trascorso che ha visto il prezzo dell’oro stabilire un record mensile contro tutte le valute, eccetto yen e dollaro australiano.

Una cosa simile è accaduta soltanto dieci volte dal 1968 e, con la sola eccezione del 1993, durante bull a lungo termine dell’oro. Per sette volte tra queste dieci il prezzo dell’oro in dollari ha continuato a salire fino a stabilire un nuovo record mensile in dicembre. La media di profitto per gli investitori che durante quegli anni hanno comprato oro in maggio supera il 14,7%.

(NB: il dato è alterato dal salto del 1979 avvenuto al termine del più importante bull, che totalizzò un rialzo di più del 94%.)

In questo panorama, BullionVault, servizio on line per la compravendita d’oro, è arrivata a maggio alle 20 tonnellate d’oro totali in possesso dei propri clienti, la US Mint ha totalizzato un record di vendita per le Gold Eagle, i dealer di monete in Germania hanno finito gli stock, e il mercato ufficiale a Londra viene messo in difficoltà per la richiesta di 30 tonnellate provenuta dal SPDR Gold Trust.

Iniziando con un valore di 100 il 4 gennaio del 2000, il Global Gold Index stabilisce il prezzo dell’oro contro un paniere composto dalle dieci valute più forti del mondo stabilite secondo il PIL. Il GGI intende in questo modo annullare le oscillazioni valutarie e stabilire un rapporto “oro/denaro cartaceo”. Mostra quindi, per quanto in maniera completamente nozionistica, come è cambiato il prezzo dell’oro per i due miliardi e mezzo di persone che costituiscono gli oltre due terzi dell’attività economica globale.

Come potete vedere, il GGI ha raddoppiato tra gennaio 2000 e l’inizio del 2006, e da quel momento ha raddoppiato nuovamente. Lo scorso mese, il GGI è salito del 5,2% dalla fine del mese precedente.

Il prezzo dell’oro nelle valute costituenti il paniere del GGI sono mostrate in seguito accanto ai rispettivi rialzi di maggio 2010. (Le valute sono in ordine decrescente rispetto al PIL).

 

Il dato più significativo è probabilmente quello relativo all’Euro. Da tempo oramai considerato come potenziale concorrente del dollaro, l’Euro è la valuta più emessa, è utilizzata da 330 milioni di persone in 16 nazioni che sono tra le più ricche al mondo. Inoltre, ben un terzo delle riserve delle banche centrali delle nazioni ad economia emergente sono in valuta europea.

Se, come l’Iran oggi e la Russia lo scorso mese, tali banche centrali (per lo più asiatiche) decidono di ridurre la propria esposizione all’euro, è probabile che decideranno di sostituire la moneta europea con dollari, e di rinforzare le loro posizioni (relativamente ridotte) in oro.

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento