Oro oggi

La Guerra Commerciale colpisce le Borse, Pechino accumula oro

Il prezzo dell’oro è rimasto piatto in euro e dollari martedì mattina, invariato dal fine settimana, alla riapertura del mercato di Londra dopo il giorno festivo lunedì. Le Borse mondiali sono scese nuovamente anche a causa delle minacce dell'amministrazione di Donald Trump di nuove tariffe commerciali contro la Cina.
 
Il greggio Brent è sceso a 70$ al barile, ed il rame ha perso l'1,5%.
 
L’argento è retrocesso a 14,80$, mentre l'oro è tornato a  1.279$ l'oncia.
 
Il presidente Trump ha indicato domenica che aumenterà le tariffe su 200 miliardi di dollari in importazioni cinesi dal 10% al 25% questo venerdì, e che colpirà altri 325 miliardi in beni cinesi poco dopo.
 
Il Rappresentante del Commercio statunitense Robert Lighthizer ha poi dichiarato lunedì che "nel corso dell'ultima settimana abbiamo visto un' erosione degli impegni da parte della Cina”.
 
"Questo a nostro avviso è inaccettabile”.
 
"Se ciò si traduce in un'escalation di tensioni tra i due principali partner commerciali del mondo", Bloomberg cita l'agente di borsa Nick Twidale, COO di Rakuten Securities in Australia, "questo può solo portare a ulteriori ribassi per i titoli asiatici".   
 
"Poiché le scadenze iniziali per i negoziati commerciali tra Stati Uniti e Cina e la Brexit sono passate senza risoluzione", concorda oggi la Commissione Europea nelle sue nuove prospettive, riducendo le previsioni della crescita del PIL del 2019 ad appena lo 0,5% per la Germania e l'1,2% per l'Eurozona a 19 nazioni “molte incertezze continuano ad incombere, ed un'escalation delle tensioni commerciali potrebbe rivelarsi uno shock notevole".   
 
Il mercato azionario di Tokyo ha riaperto dopo le celebrazioni della successione imperiale perdendo l'1,5% martedì, dato che lo Yen giapponese, una "valuta rifugio" è salito sul mercato FX, spingendo i prezzi dell'oro verso minimi di 4 mesi di 4,548¥ per grammo.
 
 
Nel frattempo il mercato azionario di Shenzhen ha recuperato lo 0,5% dal forte calo di ieri, ma si è mantenuto vicino al minimo da fine marzo, scendendo di quasi il 10% dal massimo di aprile.   
 
Anche lo yuan è salito sul mercato dei cambi, recuperando dai minimi a 3 mesi contro il dollaro all'inizio del trading di questa settimana sui commenti di Trump.   
 
Pechino ha dichiarato martedì che le gigantesche riserve valutarie della Cina si sono ridotte per il primo mese su sei in aprile, -0,125% a 3,1 trilioni.   
 
La People's Bank ha nuovamente aumentato le sue riserve di oro, acquistandone per il 5 ° mese consecutivo e aggiungendo oltre 15 tonnellate per raggiungere 1.900 tonnellate, sesto paese per riserve al mondo dietro Stati Uniti, Germania, Italia, Francia e Russia.   
 
"Mentre la Cina è il più grande produttore mondiale di oro", afferma l'agenzia di stampa statale Xinhua, " le sue riserve rappresentano una piccola percentuale di quelle in valuta estera".
 
Esattamente vent’anni fa l'allora ministro delle finanze britannico, Gordon Brown, decise di dimezzare le riserve di lingotti d'oro della Gran Bretagna ai prezzi che poi si dimostrarono essere i più bassi dalla fine degli anni '70.   
 
I prezzi del mercato dell'oro di Shanghai hanno oggi un premio di 12 dollari l'oncia sulle quotazioni di Londra, ancora superiori alla media storica, ma drasticamente inferiori agli incentivi di 20$ offerti lo scorso mese, con Pechino che ha posto un limite alle licenze di importazione delle banche.   
 
I prezzi dell'oro e dell'argento sono rimasti stabili per gli investitori britannici martedì, invariati rispetto al fine settimana, mentre il primo ministro Theresa May si è opposto alle richieste di dimettersi dai membri del suo partito conservatore al governo.
Attachments: 

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento