Oro oggi

USA e Cina prendono ostaggi, la BCE mantiene il QE e la May riguadagna la fiducia

Il prezzo dell’oro ha registrato un calo dello 0,5% questa settimana finora, sia in dollari che in euro, anche con la tensione della disputa commerciale tra Stati Uniti e Cina che ora, come la definisce la stampa, è diventata una "presa di ostaggi". 
 
Anche il prezzo dell'oro in sterline ha perso terreno, tornando al livello di chiusura della settimana scorsa a 980£/oncia dopo che la crisi della leadership britannica è stata risolta e le discussioni sulla Brexit con l'Unione Europea sono ricominciate.   
 
Dopo aver conquistato il sostegno di due terzi dei deputati del suo partito conservatore nel voto di fiducia di mercoledì, il primo ministro Theresa May ha affermato che non ci sarà "nessuna svolta immediata" nel rinegoziare i termini dell'accordo di ritiro della Gran Bretagna con l'UE prima del 29 La Brexit di marzo.   
 
Tuttavia, partecipando a un summit di emergenza con i leader dell'UE a Bruxelles, il ministro ha dichiarato : "spero che possiamo iniziare a lavorare il più rapidamente possibile sulle assicurazioni necessarie per i legislatori britannici riguardo l'impegno per una soluzione provvisoria sul tema della frontiera irlandese”.
 
Mentre i prezzi dell'oro sono scesi a 1.242$, giovedì i mercati azionari asiatici sono saliti in media dell'1% , mentre l'indice Eurostoxx 600 ha prolungato il rally dal minimo di lunedì di 20 mesi con un +3,2%.
Nel frattempo, i prezzi dell'oro di Shanghai si sono mantenuti stabili nonostante un aumento dello yuan, ampliando il premio per lingotti in Cina a 9,30$ rispetto alle quotazioni internazionali.
 
Un secondo cittadino canadese è stato arrestato in Cina mercoledì, mossa ampiamente interpretata come una risposta all'arresto in Canada del direttore finanziario di Huawei, dopo il precedente arresto dell'ex diplomatico Michael Kovrig a Pechino.
 
Secondo l'agenzia di stampa statale China Daily Michael Spavor, l’organizzatore degli incontri tra la ex star del basket Dennis Rodman con il dittatore della Corea del Nord Kim Jong-un, è "sospettato di coinvolgimento in attività che danneggiano la sicurezza nazionale cinese".
 
"È chiaro che il governo cinese vuole esercitare la massima pressione sul governo canadese", afferma Guy Saint-Jacques, ex ambasciatore canadese a Pechino.
 
"Stiamo assistendo alla normalizzazione della presa di ostaggi internazionali per scopi politici, in tempo reale", dice Seva Gunitsky, professore di politica all'Università di Toronto.
 
"La guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina è rimasta il principale evento nel 2018", afferma un’analisi del mercato aurifero del 2018 da parte degli analisti Refinitiv (ex Thomson Reuters GFMS), "[ma ha] avuto un impatto poco positivo sull'oro, spingendo il prezzo in basso dopo  i primi due trimestri sopra i 1.300$.
 
"La recente tregua tra Cina e Stati Uniti potrebbe spingere il dollaro verso il basso ed essere vantaggiosa per l'oro, ma l'attuale piano di rialzo dei tassi potrebbe essere un limite".
 
 
Mentre il partito conservatore al governo del Regno Unito ha tenuto il suo voto di fiducia mercoledì, il Parlamento europeo ha approvato una nuova "partnership economica con il Giappone - la più grande zona commerciale mai negoziata" secondo Cecilia Malmstrom, commissaria europea per il commercio, che copre quasi i due terzi dell'economia prodotta globalmente.
 
Secondo le previsioni questo accordo farebbe risparmiare ai consumatori dell'UE 1miliardo di euro all'anno in tasse sulle merci giapponesi, prime fra tutte le automobili, e l'accordo inoltre impone a  Tokyo di riconoscere oltre 200 "marchi geografici" come il formaggio Roquefort e la "Wodka" polacca, permettendo che l'85% delle importazioni di alimentari europei entrino senza dazi.
 
"Per il momento tutto è incerto con il Regno Unito", ha aggiunto Malmstrom, "ma un giorno o l'altro dovremo negoziare qualcosa ... [e probabilmente] si arriverà ad un accordo ancora migliore di quello con il Giappone”.
 
I prezzi dell'oro in euro oggi hanno registrato una perdita di 4€  per la settimana arrivando a 1.092€ l'oncia dopo che la Banca centrale europea ha mantenuto invariati i tassi di interesse chiave - compreso il tasso di deposito - 0,4% per le banche commerciali - e ha confermato che terminerà i nuovi acquisti del programma di alleggerimento quantitativo dopo aver acquistato 2,5 trilioni di euro in debiti societari e per lo più governativi negli ultimi 3 anni.   
 
Tuttavia la BCE ha aggiunto che riacquisterà il totale delle obbligazioni in scadenza in nuovi acquisti di debito dell'Eurozona, cercando di mantenere "liquidità favorevole [e] una politica monetaria accomodante ... finché necessario".

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento