Oro oggi

Scende l’oro, si riducono gli ETF, la domanda in India e Cina si riprende

Scendono di 5$ l’oncia giovedì i prezzi dell’oro a Londra, ritirandosi a 1853$ nonostante la caduta dei mercati azionari globali tra nuove restrizioni Covid e nuove richieste a sorpresa di sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti.

L’oro prezzato in dollari non era sceso sotto i 1849$ dal tardo luglio, quando l’afflusso ai fondi fiduciari ETF raggiunse nuovi record.

La SPDR Gold Trust (NYSEArca: GLD), numero uno al mondo degli ETF sull’oro, ha perso un ulteriore 0.6% ieri raggiungendo il valore minimo in quattro mesi, mentre la numero due iShares Trust (NYSEArca: IAU) – che detiene lingotti a New York e Londra – ha avuto una liquidazione netta dello 0.2%.

“Il flusso di oro da est a ovest innescato dalla pandemia si è attenuato a ottobre” riferisce Reuters, con importazioni in calo in contrasto alle esportazioni, che hanno registrato una nuova massima di 17 mesi dalle raffinerie Svizzere verso l’India, seconda nazione consumatrice al mondo.

I festeggiamenti del Diwali sono terminati in India lo scorso fine settimana con una “forte crescita della domanda su base mensile” secondo quanto affermato dai consulenti specializzati di Metal Focus, che hanno riportato “acquisti a buon mercato” da parte delle famiglie durante le celebrazioni, stimolati dalle “correzioni del prezzo dell’oro di novembre, il rilascio della domanda repressa, l’allentamento dei lockdown e l’avvicinarsi della stagione dei matrimoni”.

Nonostante questo, la domanda durante il Diwali di quest’anno è rimasta del 10/15% inferiore allo scorso anno. Tuttavia, la Metal Focus stima “tendenze interessanti, inclusa una forte domanda per gioielli da sposa, una riduzione del peso medio dei prodotti, una domanda robusta nelle piccole città e un acquisto moderato di prodotti da investimento”.

 

I prezzi in calo dell’oro in Cina si sono nel frattempo dimostrati più stabili di quelli in dollari a Londra – cuore del mercato in lingotti – suggerendo un equilibrio migliore tra domanda e offerta nella nazione numero uno al mondo per consumo del metallo, a seguito del collasso del Coronavirus di quest’anno.

“Le esportazioni di oro dalla Svizzera alla Cina rimangono comunque ai minimi termini”, afferma Reuters “suggerendo che la domanda in Asia sia ben lontana da una piena ripresa”.

I prezzi dell’argento sono scesi a 24$ l’oncia per la prima volta in una settimana, l’8.5% in meno dalla massima di sette settimane del  novembre, raggiunta esattamente prima della notizia del vaccino del gigante farmaceutico Pfizer a seguito dello Sputnik V, sviluppato in Russia.

Gli scienziati dell’Università di Oxford hanno annunciato oggi una forte risposta immunitaria anche tra gli over 70 tra i partecipanti alle sperimentazioni del vaccino Covid, che sarà prodotto da AstraZeneca (LON: AZN).

Il platino, al contrario, ha esteso il suo aumento del 5.9% raggiungendo la massima da metà settembre.

Editing e traduzione articolo a cura di Alessia Ceccarelli.

 

 

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento