Oro oggi

Scende il dollaro, salgono i prezzi dell’oro, Biden avanza su Trump

I prezzi dell’oro sono di nuovo saliti contro un dollaro in caduta giovedì, avvicinandosi alla massima delle ultime quattro settimane appena sotto i 1930 dollari l’oncia; i mercati azionari mondiali aumentano e i prezzi dei titoli di stato rimangono volatili tra i conteggi delle elezioni statunitensi in corso.

I democratici sono in vantaggio al Congresso ma non al Senato e Joe Biden avanza sull’attuale presidente Donald Trump alla casa bianca, registrando il numero più alto di voti in assoluto mai avuti da un candidato alle elezioni della storia degli Stati Uniti.

La notte scorsa la campagna Trump ha iniziato una causa in Georgia, sostenendo che i conteggi dei voti avessero subito delle irregolarità.

“Stop ai conteggi!” hanno intimato i sostenitori Repubblicani fuori dagli elettorati di Detroit, mentre altri in Arizona gridavano il contrario davanti agli elettorati della Maricopa County in Arizona, per poi urlare “Fox News Fa Schifo!” dopo che il canale di notizie pro-Trump ha rivelato la vittoria di Biden in quello stato.

“Le volatilità implicite dell’oro si sono spostate nettamente in basso” afferma il team dei metalli preziosi del market-maker BNP Paribas esaminando i contratti di opzione Comex, “specialmente per le scadenze brevi per cui gli investitori avevano precedentemente scommesso una lunga corsa fino a novembre”.

“Ciò non è specifico solo per l’oro”, aggiunge il team di BNP, indicando un calo del 18% nell’indice di volatilità VIX dei mercati azionari e un calo del 15% nelle volatilità a un mese nel tasso di cambio euro/dollaro.

“Questo dimostra che gli investitori non credono in una crisi politica prolungata”.

Il dollaro oggi è sceso al minimo da lunedì della scorsa settimana contro altre principali valute, ritirandosi dell’1.5% dalla massima di cinque settimane di mercoledì mattina.

Sebbene questo abbia aiutato l’oro il dollari a raggiungere i 1925 dollari l’oncia – la massima dal 22 ottobre e superiore al picco della crisi finanziaria globale del 2011, un record fino ai 2075 dollari di questo agosto – ha anche limitato il metallo prezioso per coloro che non investono in dollari.

Il prezzo dell’oro in Cina è sceso a 403 ¥ al grammo e l’oro in euro ha perso 10 euro arrivando a 1630 euro l’oncia.

Il prezzo dell’oro all’oncia in sterline è sceso dello 0.5% a 1467 £, mentre la sterlina è aumentata sul mercato FX nonostante gli ulteriori 150 miliardi di sterline aggiunti dalla Bank of England al suo programma di acquisto di titoli di stato, il 50% in più di quanto predetto dagli analisti.

“Siamo pronti a prendere ulteriori misure necessarie” afferma la Monetary Policy Committee “per aiutare l’economia a riprendersi e assicurare che l’inflazione torni al nostro obiettivo del 2%.

Anche i prezzi dell’argento sono aumentati insieme all’oro, raggiungendo la massima di due settimane a 24,84 dollari l’oncia.

Editing e traduzione articolo a cura di Alessia Ceccarelli.

 

 

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento