Oro oggi

Rally dell'oro fino a 1234$/oz che poi perde oltre 10$/oz, l'argento lo imita

Il prezzo dell'oro perde i guadagni ottenuti a seguito del rally dell'1,4% di martedì a Londra, venendo scambiato a 1222$/oz dopo aver toccato il massimo di una settimana vicino a 1234$/oz, mentre i mercati azionari di tutto il mondo perdevano.
 
L'argento ha seguito il rally dell'oro, aumentando del 3,8% rispetto al dato minimo di 4 anni fatto registrare lunedì, prima di diminuire e ritornare al prezzo di 17.75$/oz.
 
"Le tensioni geopolitiche stanno aumentando nuovamente, inducendo il tesoro americano ad approviggionarsi di oro", Bloomberg riporta il parere di un operatore finanziario di Edimburgo.
 
L'oro sembra aver trovato supporto grazie agli acquisti di privati intenti a proteggere il proprio capitale.
 
Gli ultimi dati hanno mostrato come hedge funds e altri operatori professionali non abbiano mai avuto in nessun periodo così tante scommesse ribassiste contro i prezzi dell'oro dalla fine del 2013 fino alla scorsa settimana, mentre i promotori finanziari sono diventati complessivamente ribassisti sia sui futures sull'argento che sulle opzioni.
 
Questo giugno, una posizione corte netta sull'argento è stata seguita dal 15% dell'incremento dei prezzi dell'oro, con i trader ribassisti costretti a chiudere le loro posizioni in perdita.
 
A Shanghai, i volumi di scambio che hanno riguardato il contratto nazionale sull'oro è stato molto al di sopra dei recenti dati medi di martedì, mentre la negoziazione di nuovi contratti nella zona di libero scambio della città, per gli operatori internazionali, è sceso ancora una volta.
 
"Non ci sarà un ulteriore supporto fino a 1182$/oz...il minimo di dicembre 2013", afferma la banca svizzera UBS, a seguito di un'analisi del grafico dei prezzi nella giornata odierna.
 
Ogni movimento al rialzo sarebbe visto come temporaneo e di recupero all'interno di un trend ribassista, configurando nuove opportunità di vendita.
 
"Non vi è nessun interesse nello scambiare oro in dollari, sia al rialzo che al ribasso", afferma Dennis Gartman. 
 
"Con condizioni economiche in miglioramento negli Stati Uniti, ci aspettiamo che il dollaro regga con fermezza", afferma un'analista, schierandosi contro l'acquisto di oro.
 
Albert Edwards, strategista della Societe Generale, ha affermato che la recente forza del dollaro è di fatto dovuta alla "debolezza dello yen giapponese", rappresentando dei problemi per l'economia globale.

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento