Oro oggi

Prezzo dell'oro rimane ribassista. Si testerà il supporto a $1180

Il rialzo del prezzo dell’oro di lunedì si è dimezzato durante le transazioni di martedì mattina, mentre i prezzi sono scesi al di sotto dei $1320 all’oncia mentre i mercati azionari estendevano le perdite e il governo statunitense rimaneva chiuso.
 
Il prezzo dell’argento è caduto meno di quello dell’oro, tornando verso i $22,20 dopo aver toccato un massimo di tre settimane durante la notte a $22,46 all’oncia.
 
L’indice di volatilità VIX sulle opzioni S&P 500 è salito ieri del 15%, il movimento giornaliero più forte da giugno.
 
Nell’analisi del prezzo dell’oro della bullion bank Scotia Mocatta di lunedì notte si legge che i trader “sono al momento neutrali” nonostante il guadagno dell’1,2% di ieri, “ma sarebbe uno sviluppo positivo se l’oro riuscirà a tenere il supporto chiave a $1273.”
 
“Potenzialmente un nuovo sell-off potrebbe materializzarsi presto” considera l’analisi di UBS sulle quotazioni dell’oro.
 
“Rimane invariata la prospettiva ribassista, e ci aspettiamo che il metallo giallo testi il supporto cruciale a $1180,50, il minimo del 28 giugno, nei prossimi giorno.”
 
Anche se il prezzo dell’oro è salito del 3,7% ad agosto, le importazioni di oro verso la Cina da Hong Kong hanno superato le 100 tonnellate, al netto delle esportazioni, per il quatro mese di seguito secondo i nuovidati indicati oggi.
 
L’India, secondo mercato al mondo dopo la Cina, ha importato solo 100 tonnellate nei mesi tra luglio e settembre, ha dichiarato il responsabile locale del Worl Gold Council.
 
“L’oro ha recuperato in un momento di debolezza del dollaro, e con pochi dati economici rassicuranti” si legge nell’ultimo update dei tedeschi dell’Heraeus.
 
“Eppure, il breve crollo del prezzo ha portato a un incremento della domanda di lingotti di oro da investimento.”
 
Per quanto riguarda l’Occidente, “Le ragioni per investire in oro restano legate alle aspettative di inflazione” commenta invece un analisi di JP Morgan, “che a sua volta dipende dalla crescita.”
 
“Eppure la sospensione degli Stati Uniti sta danneggiando la crescita degli Stati Uniti, sia intermini diretti che indiretti.”
 
Il movimento di ieri della quotazione dell’oro si è manifestato in un momento di scambi molto esigui, con i volumi del Comex di appena 98mila contratti, ovvero circa il 60% in meno rispetto alla media del mese scorso.
 
“Il prezzo dell’oro rimarrà supportato” dichiara David Govett di Marex Spectron, “fino a quando gli Stati Uniti continueranno a giocare col fuoco e mentre si avvicina la scadenza relativa al tetto del debito.”
 
“L’interesse nei mercati sembra abbastanza basso. Una volta che questa farsa sarà finita, credo che il prezzo dell’oro scenderà ancora.”

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento