Oro oggi

Prezzo dell'oro in stallo mentre la Fed statunitense accelera il Taper, il Regno Unito alza il tasso, e gli esperti sono pessimisti sul 2022

Il calo del PREZZO DELL'ORO dell'1,5% di questa settimana è stato recuperato giovedì, data la ripresa dei lingotti dopo la mossa ampiamente prevista della Fed statunitense di accelerare il tapering del QE e proiettare tassi di interesse più alti per il 2022.

Valutati in dollari, i lingotti d'oro sono saliti verso i 1790 dollari l'oncia, rimettendosi in sesto per la loro più alta chiusura settimanale in 3 settimane, se tenuti fino a venerdì.

https://bullionvault.com/gold-price-chart.do

Ieri la Banca centrale europea ha modificato i suoi piani di allentamento quantitativo, accelerando la riduzione del suo acquisto di obbligazioni di emergenza pandemica, ma estendendo altri programmi e mantenendo il suo tasso di interesse chiave a meno 0,5% ancora una volta.

Questo ha visto i prezzi dell'oro in euro mantenersi al di sopra della chiusura dello scorso fine settimana, stando brevemente sopra i 1580 euro con un rimbalzo dell'1,5% rispetto al picco iniziale di mercoledì, quando è stato pubblicato l'annuncio della Fed.

Ma il prezzo dell'oro britannico in sterline per oncia si è abbassato dopo che la Banca d'Inghilterra ha finalmente alzato il suo tasso d'interesse chiave dallo 0,10% allo 0,25%, una mossa ampiamente prevista 6 settimane fa, dopo che l'inflazione nella quinta economia più grande del mondo ha raggiunto più del 5% all'anno nei nuovi report di ieri.

"La BoE alza i tassi allo 0,25% nella lotta per frenare l'inflazione", afferma un articolo di CityWire.

L'inflazione britannica ha raggiunto il 5,1% sulla misura dell'IPC a novembre, quasi un massimo di tre decadi.

L'ultima volta che il costo della vita nel Regno Unito è aumentato più velocemente, il tasso di base della Banca d'Inghilterra era fissato al 12,9% annuo.

"Il mercato stava cercando una mossa da falco da parte della Fed e l'hanno avuta nel dot plot", Reuters cita un trader di metalli preziosi, indicando le proiezioni economiche, di inflazione e di tassi di interesse della banca centrale statunitense.

"La Fed è un po' spaventata e non vuole essere troppo indietro rispetto alla curva", aggiunge.

 

Con il tapering del QE accelerato con il fine di vedere ulteriori acquisti di obbligazioni terminare a marzo, non sarà "appropriato" aumentare il tasso mentre è in corso un nuovo allentamento quantitativo, ha detto il presidente della Fed Jerome Powell nella conferenza stampa di mercoledì.

Ma le proiezioni della Fed prevedono ora tassi d'interesse reali di -1,8% rispetto all'inflazione PCE core nel 2022, rispetto alla previsione di settembre di -2,0%.

I tassi reali della Fed salgono poi a -0,7% nel 2023 (dal -1,2% previsto a settembre) e raggiungono lo 0,0% nel 2024.

"Per i prezzi dell'oro", dice il trader citato da Reuters, "il livello tecnico chiave è 1750 dollari; una rottura sostanzialmente al di sotto di questo potrebbe portare a una rotta nei giorni calanti dell'anno".

Anche i prezzi dell'argento si sono ripresi, ma meno dell'oro e da minimi più profondi, aiutando a mantenere il rapporto oro/argento dei 2 metalli precedentemente monetari sopra 81 giovedì - un massimo di 14 mesi - mentre il metallo grigio è scambiato a 22,20 dollari per oncia.

 

Editing e traduzione a cura di Douglas Da Silva

Adrian E. Ash è a capo del Reparto di Ricerca presso BullionVault, il più grande servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento