Oro oggi

Prezzo dell'oro: gli analisti tagliano le previsioni per il 2014

 
Le quotazioni dell’oro sono rimbalzate dal crollo durante la sessione della mattina di lunedì a Londra, scambiate a $1234 all’oncia mentre i mercati azionari asiatici hanno chiuso in ribasso e quelli europei invece risalivano prima della decisione molto attesa di questa settimana sul tapering del Quantitative Easing della Federal Reserve.
 
I premi sul prezzo internazionale del’oro al mercato cinese sono scesi ancora, crollando a $6 all’oncia alla chiusura di compravendite solide sul Shanghai Gold Exchange.
 
L’argento ha seguito ed esteso i prezzi dell’oro, riducendo della metà il crollo precedente dell’1,2% e mettendo a segno un fixing di $19,50 all’oncia, esattamente il livello di lunedì della scorsa settimana.
 
In previsione dell’annuncio di mercoledì, “se il tapering verrà rimandato sarà una buona notizia per i prezzi dell’oro” si legge in una nota di un analista giapponese.
 
Il massimo della scorsa settimana di $1268 all’oncia raggiunto martedì è stato stabilito mentre i trader al mercato statunitense dei futures e delle opzioni avevano aumentato le scommesse bullish e ridotto quelle bearish, secondo i dati diffusi venerdì.
 
Nella settimana conclusasi il 10 dicembre, la posizione così detta speculativa “net long” che misura la differenza tra i contratti bullish e bearish degli investitori non commerciali, è salita di più di un quinto, al massimo delle ultime tre settimane.
 
Pari a 184 tonnellate d’oro, comunque, la posizione speculativa net long è rimasta vicino ai minimi di molti anni, i due terzi in meno rispetto all’inizio del 2013.
 
“Se la Fed annuncia che ridurrà gli acquisti di bond” comunica Commerzbank in Germania, “potrebbe spianare il terreno a prezzi più alti” visto che ridurrebbe  l’incertezza.
 
Ma mentre la Fed “probabilmente non farà nulla a questo meeting” considera il broker INTL FCStone, qualsiasi cenno alle intenzioni di inizio 2014 “causerà l’abbassamento del tono dell’oro verso la fine dell’anno, con buone possibilità che si raggiungano nuovi minimi annuali.”
 
La scorsa settimana gli analisti di JP Morgan hanno tagliato le loro previsioni per il prezzo dell’oro per il 2014 del 10% a $1263 all’oncia.
 
I prezzi dell’oro nel 2014 avranno una media di $1294 all’oncia, considera Bank of America Merrill Lynch, ripetendo le previsioni di settembre secondo quanto riportato dal Dubai Chronicle.
 
“Persistono le condizioni bearish” si legge in una nota di UBS.
 
“Confermiamo le nostre previsioni moderatamente bearish sul prezzo dell’oro” concorda una nota di lunedì di ANZ.
 
“L’oro è in un trend ribassista da fine agosto” si legge nell’analisi tecnica di Societe Generale.
 
“Da fine ottobre vediamo un canale ribassista più forte, ma ora è possibile un mercato bidirezionale.”
 
Qualunque sarà la decisione della Fed di mercoledì sul tapering, il livello di disoccupazione oltre il 6,5% significa che la politica di tassi di interesse degli Stati Uniti rimarrà “appropriata”, secondo quanto la banca centrale americana ha ripetuto durante gli ultimi 12 mesi, almeno fino a quando l’inflazione non salirà oltre il 3% 4% all’anno.

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento