Oro oggi

Prezzo dell'oro fermo, la guerra Nato-Russia affonda le azioni e le prospettive economiche

Lunedì i prezzi dell'oro si sono mantenuti stabili ai massimi di tre mesi contro il dollaro statunitense, l'euro e la sterlina, e sono saliti vicino ai massimi storici dello yen giapponese, mentre i mercati azionari globali sono scesi e le prospettive economiche globali a lungo termine sono affondate dopo che la Casa Bianca ha confermato che la Russia potrebbe essere sul punto di lanciare un'invasione dell'Ucraina "essenzialmente in qualsiasi momento", scrive Atsuko Whitehouse di BullionVault.

Il prezzo dell'oro in dollari si è stabilizzato sopra i 1860 dollari l'oncia, 5 dollari sotto il top di venerdì (massimo dal 19 novembre), dopo il più veloce salto di un giorno del metallo prezioso da ottobre dell'1,8%.

Gli investitori nel Regno Unito e in Europa hanno anche visto il prezzo dell'oro toccare i massimi di 3 mesi a rispettivamente  1377 sterline e 1645 euro, mentre gli investitori giapponesi hanno visto toccare 6910 ¥ per grammo, il più alto da agosto 2020 quando i prezzi dell'oro hanno raggiunto il loro attuale massimo storico in JPY di 7039 ¥.

"Una guerra aumenta materialmente le probabilità di un vortice polare per l'economia e i guadagni [aziendali]", dice il capo stratega azionario statunitense della banca d'investimento Morgan Stanley, Michael Wilson.

Con la Russia, produttore chiave di greggio e gas naturale, "secondo noi, un picco nei prezzi dell'energia distruggerebbe la domanda e, probabilmente, farebbe precipitare diverse economie in una vera e propria recessione".

Con i mercati azionari europei in forte calo, continuando il selloff della scorsa settimana, lo spread tra i rendimenti dei titoli del Tesoro USA a 2 anni e 10 anni si è appiattito bruscamente lunedì, scendendo a circa 41 punti base, il più stretto da aprile 2020 (a crisi Covid avviata in tutti i mercati finanziari e delle materie prime).

Dal 1955 il divario tra i tassi a 2 e 10 anni è diventato negativo, creando una curva dei rendimenti invertita, prima di ogni recessione statunitense, secondo un rapporto del 2018 dei ricercatori della Federal Reserve Bank di San Francisco. Ha offerto un falso segnale solo una volta.

Una telefonata di sabato tra il presidente russo Putin e il presidente degli Stati Uniti Biden è durata un'ora, ma solo perché potessero ribadire le loro posizioni sulle speranze dell'Ucraina di entrare un giorno nell'alleanza della NATO, e senza alcun apparente progresso per evitare il conflitto.

I fondi fiduciari ETF sostenuti dall'oro si sono espansi la scorsa settimana, con lo SPDR Gold Trust (NYSEArca: GLD) in crescita dello 0,8% al suo più grande in quasi 5 mesi e l'iShares gold ETF (NYSEArca: IAU) in espansione dello 0,9% al suo più grande da metà dicembre.

Anche i prezzi dell'argento sono saliti con l'oro lunedì, raggiungendo i massimi di 3 settimane a $23.90 l’oncia, mentre i prezzi di platino e palladio sono rimasti entrambi piatti.

 

Editing e traduzione a cura di Douglas Da Silva

Atsuko Whitehouse è a capo del mercato giapponese su BullionVault, e l'editrice della sezione Notizie Oro giapponese.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento