Oro oggi

Prezzo in calo stamattina in attesa dei non-farm payrolls

Il rialzo dell’1,1% del prezzo dell’oro di venerdì è stato annullato lunedì mattina durante la sessione asiatica e quella antimeridiana del mercato di Londra, con il metallo giallo che torna al di sotto dei $1240 all’oncia mentre anche i mercati azionari sono scivolati insieme alle materie prime.
 
L’argento ha seguito l’andamento dell’oro, crollando da $20 all’oncia all’inizio delle transazioni asiatiche fino a sfiorare i minimi settimanali a $19,63.
 
“Stiamo in attesa di una spinta verso i minimi a $1180” dice Barclays in una nota, riferendosi al minimo triennale del prezzo dell’oro toccato a fine giugno.
 
“Ci vorrebbe una rottura oltre i precedenti minimi nell’area dei $1520 perché si ipotizzi che vi è una base da cui possa partire uno sviluppo. Se i mercati azionari rimangono solidi e il prezzo rompe i $1200, la debolezza sarà probabilmente esacerbata.”
 
“Molti mercati azionari” scrive Der Spiegel, citando l’economista Robert Shiller, “sono ad un livello alto, e i prezzi sono fortemente in rialzo in alcuni mercati immobiliari.”
 
“Sono sopratutto preoccupato per quanto riguarda il rialzo del mercato americano... perché la nostra economia è debole e vulnerabile.”
 
Osservando i dati di venerdì sull’occupazione, “fino a quando i dati economici indicano miglioramento, la probabilità che prima o poi avvenga il tapering diventa più reale” dichiara Wang Xiaoli del broker cinese CITICS Futures Co.
 
I rappresentanti della Federal Reserve hanno ripetuto la scorsa settimana che dati migliori sull’occupazione potrebbero portarli a tagliare gli $85 miliardi al mese di quantitative easing in atto dalla fine del 2012, “e questo potrebbe continuare a portare una certa pressione ribassista sull’oro” considera Wang.
 
Le quotazioni dell’oro sono riuscite “a recuperare in qualche modo alla fine della scorsa settimana” si legge in una nota di un trading desk londinese.
 
Il rally di venerdì, considera Edward Meir dei broker INTL FCStone, è giunto “insieme alle notizie delle tensioni politiche emergenti in Asia” con le forze d’aria cinesi che hanno risposto con dei jet dopo che Giappone e Stati Uniti avevano volato su spazio aereo che la Cina reclama per sé.
 
Tornando al mercato dell’oro, “I flussi di oro fisico sono stati limitati la scorsa settimana a causa della vacanza del Ringraziamento” si legge in una nota di ANZ Bank, “ma si è vista pochissima attività quando il prezzo è salito oltre i $1250 all’oncia.”
 
Lo scorso mese la vendita di monete d’oro da parte della Perth Mint in Australia è calata di un terzo, si legge sul sito web dell’istituzione.
 
Nonostante i crolli, il peggiore in termini di dollaro dal 1978, “Evidentemente molti acquirenti aspettano che crollino ancora” si legge in una nota di Commerzbank, “e quindi non sono stati particolarmente attivi nell’acquisto di monete.”

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento