Oro oggi

Prezzi dell'oro in un range definito, almeno fino alla dichiarazione della Fed

 
L'oro è stato scambiato intorno ai 1240$/oz mercoledì mattina a Londra, conservando la perdita dell'1.1% di ieri mentre i mercati azionari di tutto il mondo sono rimasti invariati con le commodities.
 
I bond dei principali stati occidentali sono scesi di prezzo, spingendo più in alto i tassi di interesse.
 
"Pensiamo che la volatilità [nei prezzi dell'oro] crescerà marcatamente la prossima settimana  in seguito alla dichiarazione della Fed", afferma la società di mediazione americana INTL FCStone, visto il previsto tapering del QE da 10 a 65 milioni di dollari per febbraio.
 
Nel frattempo, "il [prezioso metallo] rimane in un range definito", riporta in una nota David Govett della Marex Spectron, società di mediazione londinese.
 
"C'è una determinata domanda fisica che sta offrendo supporto al mercato ma l'attività nel complesso è scarsa".
 
Il prezzo dell'oro in sterline, oggi è sceso a 750£/oz a seguito del nuovo picco della moneta sull'euro, alla notizia del forte calo del tasso di disoccupazione nel Regno Unito.
 
Martedì il fondo monetario internazionale ha rivisto le sue previsioni sulla situazione economica globale ipotizzando un 2014 nettamente superiore e lasciando presagire una ripresa dei mercati azionari, secondo una nota del team di commodities della Commerzbank, il quale afferma inoltre che gli speculatori finanziari in oro pare abbiano realizzato profitti per effetto della vendita di due tonnellate di oro ETF in seguito agli acquisti della scorsa settimana.
 
Ieri, gli ETF sull'argento hanno aggiunto 119 tonnellate rappresentando il maggiore flusso in entrata da agosto senza fornire un aiuto al prezzo del metallo, afferma la Commerzbank, che veniva scambiato sotto i 20$/oz mercoledì all'ora di pranzo a Londra.
 
"Il prezzo [dei metalli preziosi] continuerà a soffrire", riporta un report degli analisti della banca di investimento Morgan Stanley.
 
"Se gli asset rischiosi in generale e le equities americane nel particolare, dovessero continuare a comportarsi in maniera forte, verrebbe meno il bisogno, da parte dei gestori di investimenti, di mantenere più di una cifra modica in beni su cui rifugiarsi", scrive Peter Richardson and Joel
Crane, nel ridimensionare di un ottavo il prezzo dell'oro nel 2014 di 1160$/oz.
 
La previsione media del prezzo dell'oro per il 2014, secondo il concorso organizzato dalla LBMA, ipotizza un calo del 14%, dopo il calo del 15% del 2013 condiderato, al momento, il dato peggiore dal 1982 a questa parte. 

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento