Oro oggi

Picco di sei anni per l'oro in euro, crescita occupazione USA crolla con la produzione inglese

Il prezzo dell’oro è salito contro tutte le principali valute ancora una volta mercoledì, toccando i nuovi massimi da 6 anni in euro e fissando il più alto prezzo in sterline dal picco di settembre 2011, dopo che i dati globali hanno evidenziato un peggioramento della debolezza economica.   
 
In dollari, l'oro ha provato e poi è sceso dal livello test del nuovo massimo di sei settimane a di 1.438$ per oncia, arretrando a 1.415$ ma mantenendo il drammatico aumento del 2,4% di ieri.   
 
Nel frattempo, in euro ha toccato 1.271€, con un aumento del 2,5% per la settimana finora, dopo che i leader nazionali degli attuali 28 stati membri dell'Unione Europea hanno concordato le nomine per i posti politici più importanti del blocco economico.
 
Sia il Giappone che la Cina – rispettivamente la terza e la seconda più grande economia del mondo - hanno visto un rallentamento della crescita dell'attività nel settore dei servizi a giugno, secondo le nuove indagini PMI. 
  
I dati sula crescita dei posti di lavoro negli Stati Uniti di giugno hanno poi deluso con oltre il 25% in meno rispetto alle previsioni di Wall Street sulla stima di ADP Payrolls.  
 
"L'oro ha avuto una crescita imponente ieri", afferma l'odierna nota di trading sull'oro dei raffinatori svizzeri e del gruppo finanziario MKS Pamp, "in linea con i più bassi rendimenti del Tesoro USA".
 
 
 
Mercoledì i rendimenti decennali dei Treasury degli Stati Uniti sono scesi ulteriormente rispetto ai nuovi minimi del 2016, mentre il Bund tedesco decennale ha ridotto i nuovi minimi negativi del -0,38% e si sono ridotti i costi di finanziamento dell'Italia ai minimi da fine 2017 all'1,7%, meno della metà dell'anno scorso, dopo le notizie sulla selezione della banca centrale al Vertice UE.
 
Anche i guadagni dell'oro del 2,5% di martedì, secondo MKS, sono dovute a voci di "emergenza" a Mosca e Washington per le notizie di 14 morti in un incendio su un sottomarino russo - un incidente ora dichiarato "segreto di stato" dal Cremlino.
 
Inoltre, MKS aggiunge: "Il presidente Trump nominerà due economisti per riempire posti vacanti nel consiglio della Fed, uno dei quali, July Shelton, è ... un sostenitore del ritorno al gold standard".
 
A differenza dell'Asia, la crescita dei servizi è aumentata il mese scorso nell'Eurozona a 19 nazioni - il secondo più grande blocco valutario del mondo dopo gli Stati Uniti - ma è scesa quasi a zero nel Regno Unito.
 
Combinato con dati sulla produzione in rapida caduta, questo significa che "la produzione del settore privato nel Regno Unito diminuisce per la prima volta in quasi tre anni", afferma la società di consulenza IHS Markit indicando le cifre di giugno.
 
La sterlina è caduta pesantemente sul mercato valutario in quello che un esperto del settore ha definito questi "segnali allarmanti di un brusco rallentamento, forse persino di una recessione".
 
Il prezzo dell'oro nel Regno Unito è a 1.140£ - il più alto da settembre 2011 quando aveva segnato i massimi storici a 1.194£ - prima di arretrare di 10£ l'oncia all'ora di pranzo a Londra.
 
 
Dopo i rifornimenti di emergenza effettuati in vista della prima scadenza Brexit di marzo, i magazzini britannici restano "senza spazio disponibile" secondo l'associazione di categoria del settore, e pianificare per la data attuale del 31 ottobre è "più difficile" perché le catene di approvvigionamento saranno piene di scorte di Natale, secondo Dave Lewis, CEO del supermercato N ° 1 in Gran Bretagna, Tesco.   
 
Il concorrente di Tesco Sainsburys ha riportato un calo delle vendite nonostante i prezzi in calo.   
 
Il "vertice tortuoso" di martedì a Bruxelles si è concluso con il ministro della Difesa tedesco Ursula von der Leyen - precedentemente considerato un potenziale sfidante al successore scelto dalla cancelliera Angela Merkel, Annegret Kramp-Karrenbauer –e stato scelto per sostituire Jean-Claude Juncker come prossimo presidente della Commissione europea.   
 
Mario Draghi, capo della banca centrale dell'Eurozona, sarà sostituito dall'ex ministro dell'economia francese e l'attuale amministratore delegato del FMI Christine Lagarde.
 
"Il Comex rimane entusiasta", afferma un ufficio di contrattazione di lingotti, mentre i volumi di negoziazione dei futures e delle opzioni che scommettono sulla direzione dei prezzi dell'oro, continua a resistere.   
 
Il prezzo dell'argento, intanto, è rimasto indietr, mantenendo il rapporto oro/argento al massimo dal picco storico dei primi anni '90 sopra 92. 
 
Il platino è aumentato, ma si è tenuto 10$ l'oncia al di sotto del picco iniziale di martedì ai massimi di 7 settimane a 847$.

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento