Oro oggi

Oro resta ai massimi in steline ed euro, Boris Johnson scelto come prossimo Primo Ministro

Il prezzo dell'oro è sceso in dollari, ma è salito in euro e sterline martedì mentre il Partito conservatore del Regno Unito ha scelto l'ex Segretario agli Esteri Boris Johnson come nuovo leader e quindi Primo Ministro del Paese.
 
Finora il prezzo dell'oro in dollari è cambiato poco rispetto alla scorsa settimana 1.426$, ma è a -1% dai nuovi massimi pluriennali della scorsa settimana per gli investitori del Regno Unito e dell'Eurozona, raggiungendo rispettivamente 1.145 e 1.276€.
 
Il FTSE All Share di Londra è cresciuto dello 0,5% ma è rimasto indietro rispetto agli altri mercati azionari europei mentre la sterlina è scivolata dopo essersi rialzata di mezzo centesimo contro il dollaro in vista delle notizie sulla leadership dei Tory.
 
La maggior parte dei prezzi dei titoli di stato europei è cresciuta, riducendo i costi di indebitamento e t agliando il rendimento del BTP decennale in Italia rispetto ai Bund tedeschi sotto i 2 punti percentuali per la prima volta da maggio.
 
"So che possiamo farcela e la gente di questo paese sa che possiamo farcela", ha detto il nuovo primo ministro britannico Johnson, riferendosi alla Brexit, riunire il paese e sconfiggere Jeremy Corbyn".
 
Diversi membri del Parlamento hanno già rassegnato le dimissioni o annunciato l'intenzione di dimettersi dal governo qualora Johnson vincesse.
 
Congratulandosi con Johnson su Twitter, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha ripetuto le sue richieste alla Federal Reserve di "tagliare più in profondità" i tassi di interesse la prossima settimana.
 
Il greggio è rallentato, scendendo entro 1$ dai minimi di un mese della scorsa settimana, nonostante le nuove tensioni in Medio Oriente tra Regno Unito e Iran, e nuovi commenti da Trump.
 
Il più grande fondo fiduciario di investimento sostenuto dall'oro, il gigantesco SPDR Gold (NYSEArca: GLD), ieri è stato ampliato per una quarta sessione consecutiva, la sua più lunga serie di afflussi di investimenti giornalieri da giugno 2017.
 
Ciò ha portato la quantità di lingotti d'oro necessaria per sostenere il valore di GLD fino a 825 tonnellate, il più grande in 13 mesi.
 
 
Martedì, nel frattempo, l'India " ha fermamente respinto" l'affermazione di Trump secondo cui il primo ministro Narendra Modi gli aveva chiesto di "mediare" con il Pakistan nella lunga disputa sul Kashmir.
 
I prezzi dell'oro nel mercato al dettaglio in India oggi sono scesi dell'1,5% dal nuovo massimo storico di lunedì di 35.970 rupie per 10 grammi riportato a Delhi, con l'aumento del prezzo internazionale esteso dal dazio dell'importazione del governo Modi al 12,5% nel suo post- bilancio elettorale.
 
Con l'impatto del dazio sui prezzi dell'oro sul mercato interno, "gli indiani stanno vendendo i loro vecchi gioielli per approfittare di un rally locale dei prezzi dell'oro", afferma l'Economic Times, citando i rivenditori nel Zaveri Bazaar di Mumbai che affermano che la rivendita da parte dei consumatori è aumentata del 10-15% rispetto a questo periodo dell'anno scorso.
 
"Un ulteriore aumento nella vendita di vecchi gioielli è probabile nelle prossime settimane, poiché si prevede che i prezzi dei lingotti aumenteranno, secondo gli esperti".
 
Con i sequestri di oro di contrabbando che sono aumentati velocemente da quando il dazio all'importazione è stato portato al 10% nel 2013, i funzionari dell'aeroporto internazionale Indira Gandhi di Delhi hanno arrestato sabato un viaggiatore dalla Corea del Sud, trovato con 348.000$ di oro nascosto nel suo bagaglio.
 
Il vicino Afghanistan oggi ha chiesto alla Casa Bianca di chiarire altri commenti che Trump ha fatto lunedì - mentre ospitava il Primo Ministro pakistano Imran Khan : - "Se avessi voluto vincere quella guerra, l'Afghanistan sarebbe stato spazzato via dalla faccia della Terra. [Ma] non voglio uccidere 10 milioni di persone. "
 
L'Iran nel frattempo ha affermato di avere " droni intercontinentali" pronti per "una missione a lungo raggio" e ha anche affermato che la petroliera registrata nel Regno Unito che ha sequestrato la settimana scorsa nello Stretto di Hormuz - portando Londra a chiedere un'alleanza internazionale di scorte nel Golfo Persico - aveva "già colpito un'altra nave".
Attachments: 

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento