Oro oggi

Oro recupera lo 0,5% mentre la stampa di denaro 'salva l'economia dal crollo'

Il prezzo dell’oro da investimento è salito mercoledì mattina recuperando lo 0,5% dopo la decisione ampiamente prevista di non modificare la politica monetaria, preceduta da dati deboli sull’occupazione dagli Stati Uniti.
 
Il report sui payroll del settore privato ha contato 130.000 nuovi lavori lo scorso mese, invece dei 150.000 previsti dagli analisti.
 
L’inflazione negli Stati Uniti è ugualmente stata inferiore alle aspettative, così come il CPI in Germania, che ha indicato una diminuzione dello 0,2% durante questo mese rispetto a settembre.
 
“Temiamo che la triste verità sia che la stampa di nuovo denaro sia il motore principale che salva l’economia globale dal crollo” considera John Chatfeild-Roberts, parte dell’investment fund Jupiter.
 
”L’economia globale” scrive Marcus Grubb del World Gold Council nell’ultimo Gold Investor Report, “ha fatto molta strada dalla crisi finanziaria del 2008-2009 e le sue conseguenze.”
 
Ma con una crescita debole e volatilità nei mercati finanziari, gli investitori “dovrebbero applicare l’unica lezione imparata durante la Grande Recessione: l’importanza della gestione del rischio.”
 
Suggerendo che un investimento in oro deve essere integrato in proprietà a lungo termine,  gli il team di Grubb passa a spiegare “perché abbia senso un’allocazione dal 2% al 10% di un portafoglio ben diversificato.”
 
In Asia mercoledì, il rivenditore retail Chow Tai Fook di Hong Kong, una delle maggiori catene di oreficeria in Cina, ha dichiarato che si attende un report di forte crescita nelle vendite di metà anno, che porteranno le azioni dell’azienda il 3% più in alto. 
 
L’oro a Shanghai invece ha capovolto lo sconto di martedì di $3,50 rispetto ai prezzi di Londra, finendo il giorno ad un premio di $1,50 all’oncia rispetto al prezzo di riferimento globale.
 
Più generalmente in Asia, comunque, “La domanda di oro fisico in questa parte del mondo ha mostrato segni di debolezza recentemente” si legge in una nota di AnandRathi Commodities Ltd a Mumbai.
 
I premi in India sui lingotti da investimento, oltre il riferimento di Londra, oggi sono crollati di $70 all’oncia “a causa della domanda debole per l’oro nel mercato domestico” secondo un dealer di Mumbai citato dal Business Standard.
 
Altre fonti riportano invece che i premi a Mumbai continuano ad essere a $115 all’oncia, e “L’oro non è ancora disponibile” scrive Reuters, citando il direttore di All India Gems & Jewellery Trade, Bachhraj Bamalwa.  
 
Due giorni prima del Dhanteras, il primo giorno della festività del Diwali, il picco per il mercato dell’oro nella prima nazione per consumo, Bamalwa riferisce che il premio rispetto al prezzo di riferimento di Londra è di $120-$130 all’oncia.

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento