Oro oggi

Oro piatto, la Fed potrebbe perdere il controllo dei tassi con l'eccesso dei mercati PCT

Il prezzo dell'oro si è nuovamente mantenuto stabile nelle principali valute mercoledì a Londra, rimanendo vicino ai 1.500$ all'oncia dopo che la Federal Reserve è intervenuta sul mercato monetario interbancario in vista della decisione chiave odierna sui tassi di interesse del dollaro.
 
Giovedì saranno annunciate quindi le decisioni di politica monetaria da Giappone, Taiwan, Indonesia, Sudafrica, Svizzera, Norvegia e Regno Unito, oltre al riavvio di prestiti "a più lungo termine e mirati" da parte della Banca centrale europea alle banche dell'Eurozona.
 
Mercoledì i mercati azionari asiatici sono scivolati, ma le azioni europee sono aumentate a seguito della decisione della Fed.
 
Nel frattempo il greggio si è ritirato ancora una volta dallo storico picco di lunedì, mentre il presidente degli Stati Uniti Trump ha difeso la sua "cautela" nella risposta agli attacchi del fine settimana alle strutture petrolifere saudite.
 
Il dollaro è rimasto piatto sui mercati valutari mercoledì mentre la Fed di New York questa mattina ha offerto 75 miliardi di dollari in prestiti, dopo il prestito di ieri di 53 miliardi, la sua "prima operazione di salvataggio in un decennio" per i mercati monetari, secondo la CNN .
 
Il gigantesco mercato dei "pronti contro termine" è il luogo in cui le grandi istituzioni finanziarie possono prestare e prendere in prestito denaro a breve termine contro titoli di Stato e obbligazioni, con le garanzie successivamente riacquistate ad una data concordata.
 
I costi per prendere in prestito denaro sono saliti finora questa settimana, aumentando al ritmo maggiore di tre anni in quello che Bloomberg chiama un segno che la banca centrale americana "sta perdendo il controllo dei tassi di interesse".
 
"La combinazione di un eccesso di attività sicure [vale a dire, titoli di Stato] nel mercato, oltre a una Fed ancora intenta a mantenere stretta la politica monetaria, si sta alimentando verso i mercati PCT sotto forma di volatilità", spiega il blog Alphaville di FT, chiamandolo "scricchiolio del dollaro".
 
Con il costo effettivo del prestito che aumenta sul mercato, le scommesse sulla decisione della Fed sono improvvisamente cambiate questa settimana con le probabilità di un taglio a 50:50, in calo da una certezza del 100% appena 2 settimane fa.
 
"I mercati di finanziamento sono chiaramente sotto stress" concordano numerosi trader citati oggi dai telegiornali.
 
Aumentando dello 0,11% lunedì, il tasso di fondi Fed effettivi ha fatto la sua mossa più rapida di 1 giorno da aprile 2016 al di fuori delle decisioni di rialzo dei tassi della Fed.
 
Raggiungendo il 2,25%, ha anche toccato l'attuale limite superiore per il tasso obiettivo ufficiale dei Fondi federali della banca centrale dal giugno 2009, poco dopo aver introdotto una banda superiore-inferiore per il suo tasso chiave.
 
 
"Le variazioni del tasso IOER dovrebbero avere l'effetto di influenzare altri tassi di mercato", ha scritto a luglio il direttore del think tank del Cato Institute ed economista monetario George Selgin, indicando gli interessi sulle riserve in eccesso, controllati e pagati direttamente da la Fed dal 2008 a banche commerciali che detengono riserve superiori al livello richiesto.
 
Tuttavia, il tasso di mercato effettivo per il prestito di fondi overnight è stato superiore  al tasso IOER della Fed da 6 settimane prima che la banca centrale tagliasse quel tasso di interesse senza spostare l'obiettivo dei Fed Funds in aprile.
 
 
Come riparare una Fed apparentemente rotta? "Chiese Selgin a luglio.
 
"Un'opzione è che la Fed sospenda immediatamente la riduzione del bilancio, invece di aspettare fino a ottobre, e, se necessario, che inverta la rotta ricorrendo a un quantitative Easing sufficiente a mantenere tassi overnight non superiori a quelli IOER."
 
I dati della Fed indicano che il totale delle sue attività ha chiuso mercoledì scorso ad un livello maggiore di 3 settimane prima, per la prima volta da marzo 2018.
 
Nonostante le ripetute richieste del Presidente Trump di tagli più rapidi ai tassi della Fed, le scommesse speculative sulla decisione odierna sui tassi sono tuttavia cambiate radicalmente sulla volatilità dei tassi di mercato di questa settimana, con le probabilità di "nessun cambiamento" al di sotto del 50%, il punto più basso dalla fine di maggio, mentre c'era una certezza del 100% appena 2 settimane fa.
 
Oltre ai prezzi dell'oro, le partecipazioni degli investitori in fondi fiduciari ETF garantiti dall'oro sono rimaste invariate martedì, mentre la negoziazione di futures e opzioni in oro del Comex è stata cauta prima della decisione odierna della Fed.

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento