Oro oggi

Oro: in Occidente ora si fa come in Asia

Di Adrian Ash - BullionVault
 
Lo scorso mese è stato il peggior novembre per il prezzo dell’oro dal 1978. Eppure, ha chiuso il trimestre più forte per quanto riguarda il Gold Investor Index da giugno, quando il crollo più forte dei prezzi dal 1983 diede il via ad un rinnovato interesse per gli investitori privati nei confronti dell’oro fisico.
 
 
 
 
Il Gold Investor Index di BullionVault è un indicatore del sentiment, basato però non su un’indagine tra i consumatori, bensì sul comportamento reale dei 50.000 utenti che utilizzano il mercato online per lo scambio di oro fisico di BullionVault. Si tratta del bacino per l’investimento di oro online più importante al mondo.
 
Misura il rapporto di acquirenti e venditori, tra chi ha aumentato le proprie risorse (incrementando quelle già esistenti, o cominciando da zero) e chi le ha invece ridotte o ha chiuso la posizione. Il Gold Investor Index indica tale rapporto, bilanciato in proporzione al bacino totale di utenza, in modo che un dato di 50,0 sia segnale di un numero identico tra acquirenti e venditori.
 
A novembre, l’indice è calato a 54,0 dal 54,3 di ottobre che segnò anche il massimo semestrale.
 
Come mai l’indice rimane così solido nonostante tutto? Lo scorso mese è stato anche il peggior novembre per le quotazioni dell’oro dal 1978 in termini di Dollaro. Eppure ancora una volta gli utenti di BullionVault hanno scelto di approfittare del calo del prezzo aumentando le proprie riserve invece che ridurle, in linea con quella che è stata la reazione al crollo del prezzo durante il 2013.
 
Comprando a prezzi più bassi, gli investitori occidentali privati (circa l’89% degli utenti di BullionVault vivono in Europa o Nord America) stanno imitando il comportamento tradizionale degli asiatici, da sempre forti acquirenti di oro.
 
I risultati per i mese di novembre rimandano anche un aumento netto in termini di peso. I clienti hanno infatti ricostituito il 60% delle riserve che erano state liquidate tra aprile e giugno (un totale di 1,2 tonnellate) che hanno riportato le riserve ad una quantità aggregata di 32,5 tonnellate: più oro della maggior parte delle banche centrali.
 
Anche a novembre, i clienti che hanno aumentato le proprie riserve sono il doppio in numero rispetto a quelli che le hanno ridotte, come già accaduto a ottobre.
 
I privati in occidente stanno insomma continuando ad accumulare oro quando il prezzo crolla, e il 2013 è stato in questo senso un anno ricco di occasioni.

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento