Oro oggi

Oro invariato alla vigilia della Federal Reserve e della Banca del Giappone

Il prezzo dell'oro è rimasto invariato durante gli scambi di martedì mattina a Londra, alla vigilia della due giorni di riunioni che attende la Federal Reserve che dovrà decidere se aumentare o meno i tassi di interesse dallo 0,5% attuale.
 
La giustizia cinese ha approvato il fallimento della Guangxi Nonferrous, un azienda di estrazione di metalli partecipata dallo stato cinese e in debito di 2,2 miliardi di dollari con 108 creditori, secondo quanto affermato dall'agenzia Caixin.
 
Il prezzo dell'oro in yuan ha tenuto sopra i minimi di tre mesi di lunedì con volumi di scambio ridotti nel Gold Exchange di Shanghai, mentre il premio sui prezzi ufficiali cinesi rispetto all'indice internazionale di Londra è stato superiore a 5 dollari per oncia.
 
Il mercato azionario in Cina ha chiuso in ribasso alla vigilia delle riunioni di domani della Federal Reserve e della Banca del Giappone, mentre le Borse europee sono salite.
 
Il prezzo del petrolio è scivolato, mentre l'argento ha perso circa 10 centesimi rispetto al picco settimanale toccato durante la notte, intorno ai 19,30 dollari per oncia.
 
"Le scarse possibilità che la Federal Reserve possa aumentare i tassi e l'incremento degli stimoli monetari della Banca del Giappone", afferma Jonathan Butler della Mitsubishi, "fanno si che le prospettive a medio-lungo termine per l'oro siano positive".
 
"Qualsiasi rimbalzo dell'oro a seguito della decisione che interesserà i tassi americani potrebbe essere intaccato dall'allusione a qualche possibilità di incremento degli stessi per il mese di dicembre", conclude Butler.
 
"Il mercato azionario si muove come che la Federal Reserve innalzerà i tassi", ha affermato Jim Cramer, analista e trader del The Street, "anche se le percentuali dicono il contrario".
 
"Le opinioni dei membri del FOMC saranno in disaccordo", fa notare James Paulsen della Wells Capital Management.
 
"Pensiamo che i dati per un rialzo dei tassi coincidano con le aspettative e la soglia minima stabilita dalla Fed", afferma una nota di ricerca della banca Barclays di Londra, "e quindi pensiamo che la banca americana possa portare su i tassi".
 
Guardando al mercato dell'oro, un'altra nota emessa dalla stessa banca afferma che "le preoccupazioni degli investitori riguardo alla stabilità dell'economia globale, l'incertezza dei mercati finanziari ed il desiderio di una copertura contro eventi inaspettati non sembra possano sparire nell'immediato,  pertanto quest'anno gli investimenti in oro dovrebbero proseguire".
 

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento