Oro oggi

Oro ed argento corrono con il calo dell'inflazione, Trump contro la Fed, l'UE e la Cina

I prezzi di oro ed argento sono aumentati contro il calo del dollaro negli scambi commerciali di Londra, salendo sopra i livelli dello scorso fine settimana, dopo che i nuovi dati sull'inflazione si sono rivelati più deboli del previsto.
 
Nel frattempo i mercati azionari mondiali si sono ritirati dai record, a seguito di un nuovo attacco alle politiche commerciali cinesi ed europee da parte del presidente degli Stati Uniti Donald Trump.
 
"Lo dico a tutti: se non stipuliamo un accordo [con la Cina], aumenteremo sostanzialmente le tariffe", ha detto il magnate all'Economics Club di New York.
 
"Unione europea? Molto, molto difficile", ha continuato. "Le barriere che hanno sono terribili, terribili. In molti modi, peggio della Cina".
 
I prezzi dei titoli di stato sono aumentati, spingendo ulteriormente i rendimenti dai massimi pluriennali di venerdì,mentre l'oro ha aggiunto 20$ l'oncia dal nuovo minimo di 3 mesi di 1.445$ di ieri.
 
L'inflazione nei prezzi al consumo negli Stati Uniti ha accelerato all'1,8% all'anno il mese scorso, secondo quanto affermato dal Bureau of Labor Statistics mercoledì, ma il costo della vita "core" è rallentato al 2,3% in termini di crescita annuale.
 
I prezzi delle materie prime sono scesi con i mercati azionari mondiali mercoledì, estendendo il loro calo ai minimi di 3 settimane sull'indice Bloomberg.
 
Tuttavia, i prezzi dell'argento sono aumentati mercoledì, toccando brevemente 17$ l'oncia, un massimo di 15 mesi quando è stato raggiunto per la prima volta in agosto.
 
Ciò ha limitato il rapporto oro/argento dei prezzi dei 2 metalli preziosi al di sotto di 87, il massimo di 10 settimane raggiunto con il forte calo di venerdì scorso in tutti i mercati di lingotti.
 
Nell'ultimo mezzo secolo, il prezzo dell'oro è stato in media 56 volte il prezzo dell'argento, salendo a un rapporto di 67 negli ultimi 10 anni.
 
 
I prezzi dell'oro sono crollati nell'ultima settimana con i "record azionari statunitensi ed il miglioramento dei rendimenti del Tesoro", secondo l'ultima analisi della società di consulenza indipendente Metals Focus, quindi "il rapporto oro/argento probabilmente resterà elevato".
 
Anche se "considerevolmente al di sotto" del picco pluridecennale di luglio sopra 93, il rapporto è aumentato sulla ritirata nel commercio speculativo dell'argento, che ha avuto un picco durante il terzo trimestre del 2019.
 
"Il prezzo dell'argento continuerà a fare affidamento su influenze positive dell'oro per salire", prosegue Metals Focus, avvertendo che i prezzi dell'oro potrebbero ora affrontare ostacoli dall'atteggiamento "risk on" del mercato finanziario più ampio, se gli Stati Uniti e la Cina dovessero fare progressi nei loro colloqui commerciali.
 
"[Ma] nonostante le partecipazioni ETP quasi record [per i fondi fiduciari in argento] e le posizioni nette lunghe del Comex [dai trader speculativi], il valore di queste posizioni rimane ben al di sotto del loro picco precedente", afferma Metals Focus.
 
"Tutto ciò suggerisce che c'è molto spazio per questi capitali per crescere ulteriormente".
 
Martedì il più grande ETF del mercato dell'argento, l'iShares Trust (NYSEArca: SLV), è rimasto invariato sui valori record storici.
 
Il più grande ETF sostenuto dall'oro - SPDR Gold Trust (NYSEArca: GLD) - si è ridotto, ed ora ha bisogno di meno di 900 tonnellate di lingotti per sostenere il suo valore di borsa, il minimo di 7 settimane.
 
Nel frattempo, l'inflazione del Regno Unito ha mostrato la sua lettura più debole dal referendum sulla Brexit del 2016, rallentando all'1,5% all'anno a ottobre grazie al forte calo dei prezzi dell'energia imposto dal regolatore Ofgem.
  
Trump ha attaccato ancora una volta la Fed americana nel discorso di martedì, commentando che il suo fallimento nel riavviare il QE o nel tagliare i tassi di interesse in modo più aggressivo pone la più grande economia del mondo "in una posizione di svantaggio competitivo" rispetto all'Eurozona, dove i tassi delle banche commerciali sono ora negativi.
Attachments: 

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento