Oro oggi

Oro e argento invariati nel giorno dell’Indipendence Day

L’oro e l’argento sono rimasti invariati venerdì mattina a Londra, con entrambi i metalli scambiati ad un prezzo comunque maggiore rispetto alla chiusura della scorsa settimana. I mercati azionari europei hanno reagito prontamente alle perdite realizzate nella sessione di apertura.
 
Con la borsa di New York chiusa nel giorno dell’ Indipendence Day, il miglior indice europeo è stato il Dax tedesco che ha subito un incremento del 2% durante la settimana, raggiungendo il massimo di sempre.
 
L’oro e l’argento sono andati in direzione della più alta chiusura settimanale dalla metà di marzo, al di sopra di 1320 e 20$/oz rispettivamente.
 
“I forti dati occupazionali americani di giovedì, non hanno deluso. Il forte recupero dell’economia USA, testimoniato da quei dati – i più forti dal 2012 – sottolineano la forza attuale della domanda per ciò che riguarda l’oro”, afferma un operatore asiatico sull’oro e sull’argento.
 
“Interpretiamo il recupero dell’oro come un segnale di forza relativa”, concordano gli analisti della Commerzbank di Francoforte.
 
“Il mercato ha avuto un accenno di tipo ribassista, a seguito dei dati macroeconomici provenienti dagli USA e dalla Cina. Un numero inferiore di ordini, provenienti dall’industria tedesca, nella giornata di venerdì – 1,7% al di sotto di quelli di aprile - potrebbero avere intaccato lievemente quel macro ottimismo, spronando l’oro”, secondo l’analista David Wilson della Citigroup, riportato da Bloomberg.
 
“L’argento si è velocemente riportato alla normalità dopo i dati occupazionali americani”, aggiunge il team delle commodity della Deutsche Bank.
 
“Continuiamo a vedere l’argento abbastanza forte e rialzista, in direzione del livello compreso tra 21.92 e 21.99$/oz”, ha affermato.
 
Un test reale per l’oro potrebbe essere il ritorno agli scambi dei partecipanti al mercato, dopo la festività del 4 luglio. 
 
“La liquidità è di nuovo limitata oggi, in virtù della festa americana”, afferma un trader di Tokio, citato da Reuters.
 
La giornata di vacanza odierna ha rimandato a lunedì gli ultimi dati da parte del regolatore americano CFTC, sulla posizone dei fondi speculativi e dell’industria sui derivati dall’argento e dall’oro.
 
I dati della scorsa settimana hanno evidenziato il secondo maggior incremento nelle scommesse nette rialziste registrate.

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento