Oro oggi

Oro e argento invariati mentre gli investitori privati continuano a comprare

Le perdite delle quotazioni dell’oro dello 0,8% settimanale sono state cancellate mercoledì mattina, riportando il metallo al livello di chiusura di venerdì di $1317 all’oncia durante scambi che i trader hanno definito “molto ridotti”.
 
Così come l’oro, anche le quotazioni dell’argento sono rimaste invariate questa settimana, rimanendo al di sotto dei $21,90 dopo un breve picco oltre i $22,00.
 
I mercati azionari mondiali sono rimasti nel frattempo invariati, e le materie prime hanno recuperato la leggera perdita di martedì.
 
In previsione del voto di domani sulla politica monetaria della BCE, l’Euro è risaluto oltre i $1,36 dopo dati migliori delle aspettative sul settore dei servizi, e nonostante un crollo dei dati sulle vendite al dettaglio.
 
Il prezzo dell’oro in Euro è quindi sceso leggermente di €1 all’oncia, a €975.
 
Il prezzo del Dollaro “ha messo a segno massimi sempre più bassi negli ultimi sei giorni di trading” si legge nella nota tecnica di Scotiabank di oggi.
 
“Crediamo che il mercato stia vendendo oro ogni volta che c’è un rimbalzo, fino a quando rimane al di sotto dei $1330.”
 
Il crollo del prezzo dell’oro della scorsa settimana sui $1310 ha fatto sì che lo strategist di Bank of America Merrill Lynch MacNeil Curry sia ora “lungo sull’oro” e raccomandi ai clienti di comprare perché “il trend a medio termine è tornato bullish.”
 
Citando “i guadagni impulsivi dal minimo di ottobre di $1215, e la rottura del downtrend bimestrale” Curry prevede una possibile corsa fino ai $1500 all’oncia, che vede come “resistenza a lungo termine”.
 
I prezzi dell’argento invece “rimangono bearish a breve termine, fino a quando il trading rimane sotto l’area di resistenza a £23,12 all’oncia.”
 
La Perth Mint, la zecca australiana, che raffina circa 300 tonnellate d’oro fisico all’anno, ha detto oggi che la vendita di monete è salita del 13% a ottobre rispetto al mese precedente.
 
“Stiamo cercando disperatamente di tenere la produzione al passo” scrive il Wall Street Journal, citando Ron Currie, head of sales and marketing, che aggiunge che la Perth Mint “ha esaurito” la fornitura di monete d’argento da un'oncia “in poco più di un mese”.
 
Nonostante la domanda d’oro da parte degli investitori occidentali sia aumentata ad ottobre, gli investitori istituzionali che usano il SPDR Gold Trust per ottenere esposizione al prezzo dell’oro hanno ridotto le riserve di un ulteriore 3,6% lo scorso mese.
 
Le riserve del SPDR, il più importante ETF per valore quando raggiunse il picco nel 2011, ha chiuso la giornata di martedì senza variazioni rispetto al giorno prima, al minimo di 57 mesi con 866 tonnellate.
 
Per quanto riguarda le opzioni, che danno ai trader il diritto di comprare o vendere ad un certo prezzo ad una data futura, “Ci aspettiamo prezzi più bassi per gli anni a venire” si legge in una nota degli analisti di ABN Amro.
 
In India, il mercato primo al mondo per il consumo di oro, che sarà probabilmente superato dalla Cina nel 2013, i premi sopra il prezzo di riferimento di Londra sono rimasti mercoledì attorno ai $70 all’oncia, dice Reuters, dimezzandosi rispetto ai livelli record della scorsa settimana raggiunti con la fine delle festività del Diwali.

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento