Oro oggi

Oro crolla sugli ottimi dati occupazionali dagli USA

Il prezzo dell’oro è crollato di $20 all’oncia in 10 minuti venerdì all’ora di pranzo a Londra, mentre il Dollaro recuperava dopo la divulgazione di dati sull’occupazione negli Stati Uniti molto migliori delle aspettative.
 
I non-farm payrolls hanno aggiunto 204.000 nuovi posti di lavoro netti a ottobre, contro i 125.000 previsti dagli analisti.
 
Crollando del 2% rispetto alla chiusura di venerdì scorso, il prezzo dell’oro in Dollari ha toccato il livello più basso dal 17 ottobre, a $1292 all’oncia.
 
Anche l’argento è crollato al minimo di 3 settimane, perdendo 35 centesimi all’oncia e toccando il livello di $21,44 visto ieri.
 
“Le aspettative sono molto basse” si legge in una nota di Standard Bank divulgata subito prima dei dati. “Se il risultato sarà migliore delle aspettative, ci aspettiamo che l’oro insieme agli altri metalli preziosi, vada sotto pressione.”
 
I mercati azionari mondiali hanno esteso il crollo giornaliero, così come le materie prime.
 
“Chiaramente il livello di $1350 non era sostenibile” per il prezzo dell’oro, si legge in una nota di un trader di Londra, “perché le aziende minerarie a quel livello hanno cominciato a vendere la produzione futura.”
 
L’azienda australiana St. Barbara ha dichiarato di aver venduto ieri 7,5 tonnellate in contratti forward al prezzo di $1390 all’oncia.
 
La piccola azienda mineraria sudafricana Amara Mining questa settimana ha venduto il 20% delle proprie quote a un investitore istituzionale.
 
“L’oro corre un rischio al ribasso sul breve termine” si legge in un’analisi tecnica di Barclays Capital.
 
“Anche se il grafico sembra più positivo quando visto in Euro, la resistenza vicino ai €1000 all’oncia è una barriera piuttosto forte.”
 
Anche il prezzo dell’oro in Euro è crollato venerdì dopo la diffusione dei dati sull’occupazione, anche se meno del prezzo in Dollari, fermandosi dopo un calo dell’1,3%.
 
Il giorno dopo il taglio del tasso di prestito della Banca Centrale Europea ad un nuovo record minimo dello 0,25%, il Fondo Monetario Internazionale ha invitato oggi la Slovenia, nuovo paese membro, a ricapitalizzare il settore bancario immediatamente.
 
L’agenzia di rating Standard & Poor nel frattempo ha tagliato il giudizio a lungo termine sul debito della Francia, da AA+ a AA, riferendosi all’alto tasso di disoccupazione e alla debolezza delle riforme portate avanti dal governo.

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento