Oro oggi

Oro avanza con Trump che "resta nella NATO"

L’oro è aumentato di 5$/oncia toccando i 1.246$/oncia, ed ha segnato guadagni anche nelle altre maggiori valute. In euro, ha riguadagnato uno 0,5% rispetto al minimo da metà dicembre di martedì, mentre in stelrline è salito leggermente rispetto al minimo di tre mesi a 942£/oncia.

Trump ha dichiarato di aver ottenuto l’impegno da parte degli altri stati della Nato ad un aumento della spesa militare, mentre i nuovi dati americani hanno mostrato la crescita dell’inflazione a giugno più veloce su base annua da gennaio 2012.

Theresa May ha finalmente reso pubblica la proposta per la futura relazione tra il Regno Unito e l'UE, promettendo una Brexit pratica e lineare. Il nuovo testo vede un accesso ridotto per i servizi finanziari dei due blocchi, il che è definito già come una “Brexit dura per i servizi”.

L’Unione Europea oggi ha ridotto le previsioni di crescita per il 2018 dal 2,3% al 2,1%, citando il chiaro rischio di trend negativi derivato dalle misure protezionistiche.

L’inflazione dei prezzi al consumo americana è stata del 2,9% lo scorso mese, in crescita rispetto al 2,8% di maggio ed in linea con le aspettative.

“L’indicatore di inflazione preferito della Fed - ovvero l’inflazione dei prezzi esclusi alimentari ed energia - ha rallentato, con un aumento del 2,3% rispetto ad un anno fa” secondo il Washington Post.

“Ma la maggior parte degli economisti attende quattro aumenti dei tassi quest’anno, cercando di mantenere l’inflazione sotto controllo senza tagliare la crescita”.

Le scommesse su due ulteriori rialzi del tasso d’interesse del dollaro nel 2018 sono passate dal 40,1% delle posizioni speculative al 57,1% il mese scorso, secondo i dati di CME Group.

“Con questo mercato del lavoro e le attività in espansione, l’inflazione ha spazio di aumento”, secondo Capital Economics.

“La prospettiva di maggiori tariffe sulle importazioni cinesi si aggiungerà alle pressioni per il rialzo”.

 

Le Borse intanto sono rimbalzate, con le Borsa cinese che ha guadagnato il 2% ed il greggio in recupero.

Con la diminuzione del prezzo dell’argento ad un nuovo minimo di sette mesi, la domanda di di ETF di iShares Silver Trust (NYSEArca:SLV) è aumentata dello 0,2%.

Il sottostante in argento è quindi aumentato ad un nuovo picco di undici mesi a 10.130 tonnellate.

L’oro in sterline è rimasto appena al di sopra del minimo di tre mesi a 942£/oncia, mentre Trump è arrivato nel Regno Unito per una visita di due giorni.

Dopo aver commentato sui negoziati per la Brexit, Trump esprimerà rammarico per il fatto che il Regno Unito non sia in una posizione favorevole ad un accordo commerciale con gli Stati Uniti, secondo fonti vicine al presidente.

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento