Oro oggi

Oro al picco di 18 mesi in franchi svizzeri, corre l’argento

L’oro è aumentato di prezzo mercoledì, recuperando le perdite di ieri e raggiungendo 1.353$/oncia, guadagnando di più nelle valute considerate “sicure”, ovvero il franco svizzero e lo yen.

Con un aumento del 2% negli scambi di Londra, l’argento ha raggiunto il picco di undici settimane contro il dollaro, a 17,11$/oncia. Questo ha spinto il rapporto oro/argento sotto 1:80 per la prima volta da metà marzo.

Le Borse europee non hanno seguito i rialzi di quelle asiatiche, ma le materie prime sono aumentate di prezzo, con il greggio Brent vicino al picco di tre anni della scorsa settimana a 72,50$ al barile.

"Anche se la Corea del Sud ed il Giappone vorrebbero che tornassimo alla Partnership Trans-Pacifica, non mi piacciono le condizioni per gli Stati Uniti”, ha twittato Trump prima dell’incontro con il Primo Ministro giapponese Shinzo Abe.

“I patti bilaterali sono più efficienti, proficui e vantaggiori per i NOSTRI lavoratori. Basti vedere quanto ci rimettiamo con il WTO”.

“Il commercio basato su regole multilaterali che si è evoluto a partire dalla Seconda Guerra Mondiale ha contribuito ad una crescita economica senza precedenti”, ha osservato il consulente economico Maurice Obstfeld del Fondo Monetario Internazionale.

“Questa struttura oggi è in pericolo a causa della disillusione degli elettori per la globalizzazione, che potrebbe destabilizzare le politiche sull’economia ben oltre il limite degli accordi commerciali”.

Il prezzo dell’oro è aumentato maggiormente contro il franco svizzero, raggiungendo il picco dal periodo post-referendum sulla brexit a 1.307CHF/oncia.

Nel 2014 la Svizzera ha votato contro il ritorno ad una valuta convertibile in oro, mentre a giugno voterà per la sovranità monetaria.

I sostenitori del cosiddetto “vollgeld” affermano che questo ridurrà la volatilità finanziaria il rischio e le speculazioni, con la Banca Centrale come unica autorità che potrà emettere denaro.

Il prezzo dei maggiori titoli di Stato è diminuito mercoledì, aumentando il rendimento a lungo termine.

Il rendimento dei Bond americani a dieci anni è risalito al 2,83%.

I dati di oggi hanno confermato un’inflazione dei prezzi al consumo nel Regno Unito al minimo di dodici mesi a marzo, ma al 2,5% l'inflazione è rimasta al di sopra del target della Bank of England per il quattordicesimo mese di seguito.

L’inflazione inglese è rimasta al di sopra del target della Bank of England, il 2%, per due terzi degli ultimi dieci anni.

L’inflazione “core” dell’Eurozona, che indica il valore senza i prezzi volatili di alimentari e carburanti, è rimasta all’1%.

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento