Oro oggi

Oro al minimo del 2014, poi lieve ripresa fino a 1215$/oz

Il prezzo dell'oro scende vertigiosamente nella prima mattinata a Londra, per poi recuperare fino a 1215$/oz nel primo pomeriggio, mentre il mercato azionario americano è crollaro e il dollaro è diminuito nel mercato valutario, a seguito di nuovi dati economici.
 
L'oro è salito dello 0,8% dopo aver toccato il nuovo minimo del 2014 a 1207$/oz, mentre il dollaro ha perso terreno contro la sterlina e lo yen, ma ha tenuto i guadagni realizzati durante la notte contro l'euro.
 
L'argento non è riuscito a seguire il rialzo dell'oro, scendendo di 2 centesimi dal nuovo minimo di 4 anni di lunedì a quota 17,36$/oz, dopo l'annuncio dei dati americani 
 
L'indice Nasdaq di Wall Street è sceso dell'1% all'apertura degli scambi, mentre i mercati azionari europei hanno continuato a diminuire estendendo le perdite realizzate in apertura.
 
"Se il mercato azionario americano ed il dollaro dovessero riprendere la loro scalata", afferma una società di intermediazione americana, "assisteremo probabilmente ad un'intensificazione delle vendite d'oro".
 
"Inoltre, i grafici continuano ad apparire negativi", conclude.
 
"Prevalgono chiaramente i rischi in senso sfavorevole", afferma Jeffrey Currie, analista della Goldman Sachs, che aveva esortato i clienti a vendere l'oro nella primavera del 2013, prima che iniziasse il crash dell'oro.
 
"La maggior parte del recente supporto del prezzo è derivato dall'incertezza politica in Ucraina e dagli accadimenti in Medio Oriente", afferma Currie, ma "la fonte di supporto data dal rischio-relativo è venuta meno", concorda una nota della banca americana Citigroup.
 
"I prezzi dell'oro finiranno il 2014 vicino al minimo di 5 anni, a 1050$/oz", afferma Currie, mantenendo invariate le sue previsioni.
 
La Citigroup questa settimana si è unita alla banca svizzera UBS e alla francesce Societe Generale nelle previsioni sul taglio dei prezzi dell'oro.
 
La banca australiana Macquarie, al contrario, nella giornata di ieri, ha rivisto le sue previsioni medie del prezzo leggermente al rialzo, a 1278$/oz.
 
Durante l'anno, il Fix pomeridiano di Londra è stato mediamente di 1289$/oz nel 2014 fino adesso.
 
In Cina i premi sul contratto nazionale maggiormente attivo sull'oro hanno tenuto 3,80$/oz sopra l'indice internazionale di Londra, per un giro di affari di 1.6 miliardi di dollari americani.
 
I premi di Shanghai sul contratto da un chilo, nella zona di libero scambio, sono saliti a 5$/oz sopra i prezzi mondiali dell'oro, con il volume degli scambi che si sono triplicati a 39 milioni di dollari.

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento