Oro oggi

Oro +1,8% dopo i dati della Fed, Bitcoin “copre la bolla delle equity”

Il prezzo dell’oro continua a riprendere terreno dai minimi di diversi mesi di questa settimana, salendo in tutte le valute venerdì negli scambi di Londra, mentre le Borse mondiali retrocedono per il secondo giorno di fila rispetto ai record storici.
 
I rendimenti delle obbligazioni si sono ridimensionati, mentre il prezzo del debito è salito, come anche quello delle materie prime. 
 
Saltando a 1.260$/oncia all’apertura della Borsa di New York, l’oro è stato scambiato all’1,9% in più rispetto al minimo di cinque mesi di martedì. Il giorno successivo, la Federal Reserve ha alzato i tassi di interesse all’1,5% come previsto, mentre non sono aumentate le possibilità di ulteriori incrementi nel 2018.
 
Il prezzo dell’oro in euro è salito dell’1,4% rispetto al valore minimo da febbraio 2016 di 1.053€/oncia toccato questa settimana. 
 
 
 
La scalata dello yuan cinese nel mercato delle valute ha spinto il premio sull’ oro a Shanghai ad +13$ rispetto al prezzo di Londra. 
 
Questo, per il più grande consumatore d’oro del mondo, ha costituito il maggior incentivo in due mesi all’importazione di lingotti d’oro.
 
Il prossimo picco negli acquisti privati d’oro probabilmente coinciderà con il Capodanno cinese di metà febbraio.
 
“Il prezzo dell’oro ha raggiunto il supporto da noi previsto a 1.239$/oncia”, riporta un’analisi tecnica di Societe Generale, facendo riferimento al 50% del ritracciamento del rally dell'oro dal mese di dicembre del 2016 a settembre di quest'anno.
 
“Il trend ribassista sta terminando”, riportano gli analisti di Societe Generale, “e l’oro potrebbe Riportarsi sul livello della media mobile a 200 giorni tra 1.265-1.267$/oncia.
 
“Il mantenimento di valori al di sopra di questo potrebbe portare ad una ripresa molto maggiore”.
 
 “La resistenza è sul livello della media mobile a 200 giorni”, concorda l’analisi tecnica della banca canadese Scotia Mocatta, confermando che i prezzi resteranno “tendenzialmente al ribasso” al di sotto di quella soglia.
.
Il bitcoin intanto segna nuovi record sopra i 17.600$ venerdì mattina.
 
Con la corsa al “mining”(estrazione informatica del bitcoin) dei cinque milioni di unità rimanenti, “l’industria globale del Bitcoin sta consumando un quantitativo di elettricità pari a quello consumato da tre milioni di case americane”, scrive Bloomberg, “superando i consumi di 159 paesi”.  
 
“L’ascesa parabolica del bitcoin ha distratto dalla bolla delle equity”, scrive Albert Edwards di Societe Generale.
 
“I clienti non sono più preoccupati per la sopravvalutazionedei prodotti finanziari, ma prestano più attenzione ai fattori che potrebbero scatenarla ... Questa tendenza rialzista non si era vista dal periodo precedente al crollo del 1987”.
 
“I dati economici generali sono in contrasto con l’ andamento di Wall Street”. 
 
A New York intanto si attende la testimonianza di Mehmet Hakan Atilla della banca turca Halkbank nel processo a suo carico per riciclaggio di denaro per l’Iran. 
Il testimone dell’accusa, Reza Zarrab, ha indicato Atilla come complice nel contrabbando di lingotti d’oro, in violazione alle sanzioni internazionali contro il programma nucleare iraniano.
Attachments: 

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento