Oro oggi

L'oro sale di 10$/oz nel pomeriggio a Londra, prezzo sopra i 1.180 dollari

Dopo aver aperto gli scambi sui 1.169 dollari per oncia, il prezzo dell'oro è salito in maniera decisa nel primo pomeriggio di mercoledì con prezzi sopra i 1.180 dollari per oncia all'inizio degli scambi a New York.
 
I mercati azionari mondiali sono saliti insieme ai prezzi dei principali titoli di Stato.
 
Le scommesse per mezzo di contratti futures danno per certo l'incremento dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve a dicembre con un 95% di possibilità.
 
Il petrolio ha perso nuovamente durante la giornata, con il Brent in ribasso di oltre 1,6%, mentre i metalli di base sono saliti.
 
Anche l'argento ha guadagnato durante il pomeriggio a Londra, in rialzo del 2,5% rispetto ai prezzi di scambio in Asia, per andare oltre i 17 dollari per oncia per la prima volta in tre settimane.
 
"Il momentum è invariato, ma debole", riporta una nota della Scotia Bank sui prezzi di oro e argento.
 
"Il metallo continua ad essere ribassista...ed esposto ad ulteriori ribassi", conclude la banca.
 
"Complessivamente", afferma David Govett della Marex Spectron, "gli operatori di mercato, inclusi gli amministratori di fondi speculativi, dimostrano di essere completamente indifferenti al metallo".
 
"Non è possibile consigliare di vendere a questi minimi, ma sarebbe opportuno aspettare la prossima dichiarazione del FOMC", ha concluso Govett.
 
La domanda da parte dei privati è salita al massimo di cinque anni su BullionVault nel mese di novembre. Positiva anche la domanda di monete richieste alla US Mint che in questo 2016 ha toccato il picco dal 2011 secondo quanto affermato dal sito www.coinnews.net
 
La Banca Centrale russa – il secondo compratore ufficiale di oro per quantitativi fino a questo momento – ha aggiunto alle sue riserve 48 tonnellate, secondo il sito online austriaco Die Presse. Il quantitativo complessivo è ora pari a 1.542 tonnellate. 
 
La Banca Popolare cinese non ha acquistato oro lo scorso mese. L'indice internazionale di Shanghai è rimasto invariato durante la giornata odierna, con un solo dollaro di differenza rispetto al premio record di tre anni toccato ieri a 26 dollari per oncia sopra i prezzi ufficiali di Londra.
 
Il fondo SPDR Gold Trust (NYSEArca:GLD) ha tenuto invariati al minimo di sette mesi i suoi quantitativi fisici pari a 869 tonnellate.
 

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento