Oro oggi

L'oro continua a scendere. In rialzo i mercati ed il dollaro

L'oro perde anche l'incremento di dieci dollari per oncia realizzato durante l'ultimo rally di ieri.
 
Il prezzo è sceso sia durante gli scambi in Asia che a Londra nella giornata di martedì, in ribasso verso il minimo di quattro mesi toccato in chiusura della scorsa settimana a 1.255 dollari per oncia, mentre i mercati azionari e i titoli obbligazionari sono saliti.
 
Anche l'argento è sceso verso il livello toccato in chiusura della scorsa settimana, muovendosi di venti centesimi al di sopra e al di sotto del prezzo di 17,60 dollari per oncia.
 
L'indice inglese FTSE100 ha toccato un nuovo record andando oltre il picco-record del mese di dicembre del 1999, mentre la sterlina è crollata nuovamente contro l'euro, un percoso discendente iniziato con il risultato del referendum del mese di giungo nel Regno Unito.
 
L'ennesimo scivolamento della sterlina ha portato il prezzo dell'oro sopra le 1.020 sterline per oncia per gli investitori del Regno Unito, in rialzo del 42% fino adesso in questo 2016.
 
L'indice sul dollaro ha toccato il picco dal mese di luglio nel Forex, mentre il prezzo del petrolio è sceso dal massimo di un anno toccato lunedì, dopo la notizia che potrebbe portare la Russia ad allinearsi con quanto deciso dai paesi membri della OPEC sui limiti all'estrazione del petrolio, al fine di supportare i prezzi mondiali.
 
"Di particolare importanza sarà il nuovo livello di supporto a 1.236,30 dollari per oncia, in precedenza il minimo della fine di giugno. Un ribasso al di sotto di quel livello potrebbe portare il metallo ai minimi di marzo, aprile e maggio di 1.208 dollari per oncia", ha affermato Axel Rudolph, analista della Commerzbank, nella sua ultima analisi tecnica settimanale.
 
"L'oro potrebbe trovare supporto intorno a quel prezzo", ha concluso.
 
Il prezzo dell'oro della LBMA di questa mattina è stato di di 1.256,40, circa 6 dollari in meno di ieri.
 
"La riapertura dei mercati in Cina, dopo la settimana di vacanza, è stata positiva in termini di domanda", ha affermato una nota del gruppo finanziario MKS, anche se i volumi di scambio sono stati più limitati del solito.
 
Il Fixing di Shanghai sull'oro ha fisato il prezzo a circa 5,85 dollari sopra i prezzi di Londra, intorno ai 1.262 dollari per oncia.
 

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento