Oro oggi

L'oro aumenta in € e £ con il recupero del dollaro dall'impeachment

Il prezzo dell'oro è sceso di 10$ dai massimi di 3 settimane di ieri a Londra mercoledì a 1.525$, ed è poi aumentato a seguito della mossa dei Democratici in USA per l'impeachment del presidente Trump.
 
Il dollaro ha recuperato il calo dello 0,5% subìto sulle notizie di ieri, salendo al suo massimo dai primi di settembre contro un paniere di altre valute importanti.
 
Trump nel frattempo ha indicato che dimostrerà la sua innocenza rilasciando una trascrizione della telefonata con il leader ucraino Zelensky - telefonata in cui un "informatore" dell'intelligence afferma che il Presidente abbia chiesto un'indagine sull'ex vicepresidente e possibile candidato democratico nel 2020 Joe Biden .
 
Invocando una "inchiesta di impeachment", i democratici non hanno i voti necessari per spingere procedimenti formali in questa fase.
 
Trump ha dichiarato ieri che non accetterà un "accordo svantaggioso" per il commercio con la Cina, e Pechino mercoledì ha deciso di importare più prodotti agricoli statunitensi in quello che i notiziari hanno definito "un gesto di buona volontà" esonerando alcuni beni da nuove tariffe.
 
Nel frattempo, l'argento è rimasto invariato rispetto all'aumento del Dollaro, scambianto sopra 18,50$ l'oncia, ma il platino è sceso a una piccola perdita per la settimana fino ad oggi a 940$.
 
La forza di mercoledì del dollaro ha aiutato i prezzi dell'oro a mantenersi più solidi per gli investitori non statunitensi, con il costo in Euro che è salito dell'1,1% per la settimana fino a 1.391€, appena l'1,5% in meno del nuovo massimo storico di questo mese.
 
 
"Il posizionamento fuori misura nella maggior parte dei "beni rifugio"(obbligazioni, oro, argento, ecc.) ed un dollaro USA più forte spiegano in parte l'incapacità [dell'oro] di capitalizzare e tornare massimi recenti", afferma l'ultima analisi di lingotti dalla Scotiabank canadese.
 
"[Tale] saturazione comporta certamente un rischio al ribasso a breve termine, ma è stata rinnovata una variante strutturale (escalation della tensione geopolitica) che riporta l'obiettivo a 1.600$ per l'oro [e oltre] 20$ per l'argento".
 
Né SPDR Gold Trust (NYSEArca: GLD) né l'iShares Gold ETF (NYSEArca: IAU) hanno visto cambiamenti di dimensione martedì, lasciando il numero di azioni emesse nei 2 maggiori fondi di investimento di New York rispettivamente al record di tre anni ed al record storico.
 
Ma aggiungendo circa 48 tonnellate finora questo mese, la quantità di lingotti necessaria per sostenere tutti i fondi fiduciari dell'ETF sull'oro mondiali è cresciuta di oltre 2.780 tonnellate - meno dello 0,5% al ​​di sotto del picco record di dicembre 2012.
 
L'interesse aperto per i futures in oro del Comex ed i contratti di opzione era già ai massimi record, e l'aumento del prezzo di 20$ di martedì pomeriggio ha visto il volume di scambi totali della giornata in quei derivati ​​aumentare del 23% da lunedì per raggiungere il massimo in quasi 2 settimane.
 
"Mentre riteniamo che il mercato dell'oro si possa fermare per un po'", concorda l'analista Bart Melek alla mediazione canadese TD Securities, "il rally dell'oro dovrebbe continuare fino a portare i prezzi a 1.600$".
 
Nel frattempo, il prezzo dell'oro in sterline è salito a 1.236$ l'oncia, circa il 3,5% al ​​di sotto del nuovo massimo storico di settembre, quando il Parlamento ha riaperto a seguito della storica sconfitta di ieri per il partito conservatore del governo di Boris Johnson alla Corte suprema, che ha dichiarato illegale la proroga del Parlamento inglese in questa situazione.
 
Ora i Laburisti promettono un secondo referendum in caso di vittoria alle prossime elezioni, ed oggi hanno promesso di dare il diritto di voto a tutti gli stranieri che vivono nel Regno Unito.
 
Si stima che 2,37 milioni di cittadini dell'UE stiano attualmente lavorando nel Regno Unito.
 
Il referendum del Regno Unito del giugno nel 2016 sull'adesione all'UE ha visto la Brexit vincere con un margine di 1,27 milioni di voti.
Attachments: 

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento