Oro oggi

Lo yuan scivola, sale la domanda di oro in Cina

Il prezzo dell'oro è sceso intorno ai 1.200 dollari per oncia durante gli scambi di mercoledì a Londra, in ribasso dell'1,5% dal picco di nove settimane di lunedì, nonostante il dollaro sia andato pesantemente al ribasso nel mercato delle valute.
 
Le Borse di tutto il mondo si sono comportate positivamente.
 
Dopo aver toccato il minimo di dieci settimane contro lo yuan, il dollaro ha tenuto invariato contro l'euro, ma ha toccato il nuovo minimo di un mese contro le cosiddette "commodity currencies" di Nuova Zelanda e Australia.
 
La sterlina inglese ha guadagnato contro il dollaro salendo a 1,26, toccando il picco da metà dicembre. Il prezzo dell'oro in GBP è sceso al minimo di due settimane sotto il livello di 960 per oncia per gli investitori inglesi.
 
Con l'avvicinarsi delle vacanze per il nuovo anno cinese, il premio sull'oro a Shanghai è scivolato sotto i 9 dollari per oncia rispetto ai prezzi di Londra, il valore più basso dall'inizio di novembre.
 
"L'influenza internazionale dell'industria cinese dell'oro sta crescendo", ha affermato Song Xin, presidente della China Gold Association.
 
La Cina sta guidando la produzione mondiale di oro per il decimo anno consecutivo, mentre la nazione guida i consumi mondiali da 4 anni a questa parte, continua Song, riferendosi ai dati pubblicati dalla CGA nella giornata di mercoledì.
 
La domanda di gioielli d'oro è crollata del 19% lo scorso anno per attestarsi sulle 611 tonnellate secondo i dati dell'associazione, mentre la domanda di lingotti e monete da investimento è salita del 29% per arrivare a 289 tonnellate.
 
Gli acquisti da parte dei privati in Cina hanno superato per il quarto anno di fila quelli indiani, con un oncia su quattro venduta in territorio cinese.
 
Ad agevolare ciò ha contribuito il crollo del 7% dello yuan contro il dollaro durante il 2016, che ha portato la moneta cinese a toccare il minimo di 8 anni nel mese di dicembre.
 
I quantitativi di oro nel fondo SPDR Gold Trust (NYSEArca:GLD) sono scesi nella giornata di martedì, in diminuzione nonostante l'indice della LBMA di Londra avesse mostrato il picco di 9 settimane in dollari per il bene rifugio.
 
Anche il fondo EFT Silver Trust (NYSEARca:SLV) ha venduto circa 30 tonnellate di metallo per toccare il minimo di sette mesi a 10.494 tonnellate.
 

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento