Oro oggi

l'India "deve nazionalizzare l'oro" per finanziare lo stimolo che equivale al 10% del PIL

Il prezzo dell'oro si è mantenuto saldo contro la maggior parte delle principali valute nel commercio di Londra giovedì, mantenendo i guadagni di ieri durante una tempesta politica in Indiadove si parla di una nazionalizzazione dell'oro di proprietà privata venga per aiutare a finanziare il massiccio stimolo economico.
 
Riducendo le tasse e aumentando la spesa, il pacchetto di incentivi equivale a 226 miliardi di dollari, circa il 10% della produzione economica dell'India.
 
Per contribuire a finanziare il pacchetto, "Il governo sta lavorando a una serie di misure, tra cui l'utilizzo di oro per le famiglie e riserve in valuta estera come garanzia per stampare più moneta", afferma il Business Standard, citando fonti "vicine al governo".
 
"È probabile che il governo acquisti oro dalle famiglie senza richiederne la provenienza", continua - un grande allontanamento dalla spinta dell'amministrazione BJP di Narendra Modi per tasse e la trasparenza.
 
Senza quasi nessuna produzione domestica, le famiglie private indiane potrebbero possedere in tutto tra le 22.000 e le 25.000 tonnellate di oro, forse 1 su 8 delle once estratte nella storia e finite in quasi 2 millenni nel "pozzo senza fondo" dell'oro che è l'India.
 
Ma la domanda privata dell'India - almeno sui dati visibili dai flussi legali - è caduta dal 2012 al secondo posto dietro la Cina grazie a una serie di misure anti-oro imposte per arginare i deflussi di valuta estera.
 
Il conseguente flusso illegale di oro in India è solo peggiorato, secondo gli analisti, dal momento che il governo BJP di Modi ha aumentato i dazi sulle importazioni di lingotti d'oro e imposto ulteriori requisiti fiscali e di rendicontazione sul settore della gioielleria.
 
"Questa mossa pianificata", afferma il Business Standard, "garantirà che la valuta coniata di recente non eserciti alcuna pressione sulla situazione fiscale, hanno affermato le fonti. Inoltre, i rating sovrani non saranno influenzati grazie alla presenza di garanzie".
 
I prezzi dei lingotti domestici "sono scesi" sull'annuncio dello stimolo di martedì, afferma l'Economic Times, con uno sconto vertiginoso sui prezzi globali - ora ai massimi storici di sempre in termini di Rupie - mentre le forniture continuano a superare la domanda.
 
 
Nel frattempo, il politico del partito d'opposizione del Congresso ed ex ministro di Stato Prithviraj Chavan ha iniziato un confronto con gli amministratori religiosi indiani, twittando un richiamo per il governo ad "appropriarsi" di donazioni religiose in oro per aiutare a finanziare lo stimolo.
 
Citando erroneamente le ricerche del World Gold Council del settore minerario, Chavan ha affermato che i templi indiani detengono circa 1000 miliardi di dollari in oro - oltre 4 volte la stima effettiva.
 
Recentemente Nuova Delhi ha cercato di "convincere" alcuni templi a cedere l'oro con una serie di incentivi e schemi di investimento obbligazionari lanciati con scarso risultato nel 2015.
 
"Prima di prendere l'oro dai templi indù", ha detto irritato uno swami giovedì in risposta al tweet di Chavan, "dovrebbero essere presi soldi per combattere il Coronavirus dai leader del Congresso che hanno accumulato enormi ricchezze sin dall'indipendenza dell'India".
 
Nel frattempo, il prezzo dell'oro in dollari è rimasto intorno ai massimi di una settimana a 1.715$ l'oncia e ha stabilito nuovi record di tutti i tempi in sterline a 1.410£.

 

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento