Oro oggi

Investitori occidentali “sensibili” al prezzo, acquistano oro e argento ai minimi di 6 anni prima dell’incremento dei tassi della Fed

La domanda privata di oro e argento fisico tra gli investitori privati si dimostra molto sensibile ai prezzi, scrive Adrian Ash di BullionVault.

Lo scivolamento dei prezzi dei metalli preziosi nel mese di novembre ha evidenziato come gli investitori occidentali abbiano colto l’occasione per acquistare ai prezzi minimi di 6 anni, e capovolgere la tendenza alla vendita del mese di ottobre, secondo l’ultimo Gold Investor Index di BullionVault.   

L’indice – che si basa su oltre 4.500 scambi di metallo realizzati alla settimana – è salito dal quasi minimo di 5 anni di ottobre di 51.1 a 53.8, andando vicino al massimo di 2 anni di luglio.
 
prezzo oro mensile in dollari
 
La diminuzione del 6,3% del prezzo in dollari se da un lato ha fatto segnare il più veloce scivolamento mensile dal crollo dei prezzi del 2013, dall’altra ha messo in risalto il più alto incremento percentuale del Gold Invesotr Index dal mese di febbraio del 2015. 
 
Il dato di 50.0 indicherebbe un numero pari di acquirenti e venditori netti durante il mese. 
 
Nel mese di novembre il Silver Investor Index è salito al ritmo più veloce di 30 mesi, raggiungendo il dato di 54.6 dal minimo di ottobre di 47,8.
 
  prezzo argento mensile in dollari
 
Il numero di clienti che ha aggiunto metallo alle sue proprietà è salito del 51% nel mese di novembre eguagliando la media degli ultimi 12 mesi.
 
Il numero di clienti che ha venduto metallo si è più che dimezzato dal nuovo picco di ottobre del 2015, scendendo al livello minimo già visto a settembre del 2010, secondo i dati di BullionVault.
 
Entrambi gli indici forniscono un indicazione sul comportamento dei venditori e acquirenti durante il mese ed insieme indicano come gli investitori occidentali si stiano comportando sempre di più come gli investitori asiatici, acquistando in maniera decisa quando il prezzo scende.
 
Tutto ciò contrasta con il comportamento dei fondi speculativi e con il posizionamento degli operatori professionali nel mercato dei metalli preziosi. Accanto a coloro che acquistano ai minimi per rivendere al raggiungimento di picchi di mercato, vi sono coloro che investono a lungo termine continuando ad accumulare metallo a prezzi bassi.
 
Complessivamente i clienti hanno acquistato metallo nei 10 degli ultimi 12 mesi, aggiungendo lo 0,2% per arrivare al nuovo record di proprietà aggregate di oltre 34,4 tonnellate, tenute in custodia dagli investitori a scelta tra le camere blindate di New York, Londra, Singapore, Toronto e Zurigo. 
 
Le proprietà aggregate di argento sono salite per l’ottavo mese di fila dello 0,7% per arrivare al nuovo record di 539 tonnellate, circa il 10,5% in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.
 
La decisione di questo mese sull’incremento dei tassi di interesse da parte della Fed presenta rischi di credibilità e di prezzo, che fanno ipotizzare nuovi minimi.
 
Posticipare il rialzo dei tassi – dopo le reazioni di settembre – potrebbe rivelarsi un duro colpo per la fiducia nei mercati, mentre un incremento – che li terrebbe comunque ben al di sotto del tasso di inflazione – sposterebbe il problema sulla frequenza e portata dei piccoli passi che accompagnerebbero il rialzo dopo essere rimasti in una situazione di stallo per 7 lunghi anni.
Attachments: 

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento