Oro oggi

Incredibile avanzata dell'oro con GLD che si espande al ritmo maggiore di 16 mesi

Il prezzo dell’oro è aumentato ulteriormente in tutte le principali valute tranne che in Yen giapponesi giovedì, estendendo i guadagni del nuovo anno 2019 ai nuovi massimi storici contro il dollaro australiano, durante le turbolenze nei mercati valutari e azionari asiatici.
 
Il prezzo dell'oro in sterline ha toccato 1.032£/oncia all’apertura dei mercati asiatici, perden do poi 10£ nelle prime ore di scambi a Londra, mentre l'oro in euro ha toccato 1.033€/oncia, circa il 12,0% in più rispetto al minimo di 32 mesi di settembre.
 
Il prezzo dell'oro in dollari nel frattempo è aumentato al di sopra di 1.290$/oncia per la prima volta da giugno, mentre i prezzi delle materie prime hanno toccato i nuovi minimi di 18 mesi sull'indice delle materie prime di Bloomberg.
 
Anche i principali titoli di Stato sono aumentati, cancellare l'ultimo rialzo dei rendimenti americani a lungo termine americani, europei ed inglesi del 2018.
Una vera e propria corsa ai beni rifugio, secondo commercianti e analisti, la turbolenza notturna in Asia ha visto anche i prezzi dell'oro in yen scendere a minimi di 3 mesi con il salto della valuta,  nonostante le notizie negative sull’economia locale. 
 
 
Le quote del colosso tecnologico statunitense Apple (NYSE: AAPL) – che è stato brevemente primo titolo al mondo da mille miliardi di dollari nel 2018 – è diminuito al minimo di 18 mesi la scorsa settimana dopo che l’amministratore delegato Tim Cook ha annunciato agli investitori che i guadagni trimestrali "potrebbero differire" dalle stime precedenti.
 
Nel frattempo non si è raggiunto alcun tipo di accordo di spesa per porre fine all'attuale parziale chiusura di agenzie e servizi governativi americani. 
 
"La liquidità era inesistente durante il movimento del prezzo", afferma una nota di trading del gruppo svizzero di raffinazione e finanza MKS Pamp, "con spread [tra prezzi di acquisto e di vendita in dollari australiani e Yen giapponesi] molto alti per circa 10 minuti”.
 
"Dato il rapido calo del dollaro australiano ... [l'oro] ha aperto con un sorprendente +35$ a 1.875$/oncia ed ha continuato a spingersi verso i 1.880.
 
"I produttori australiani [minerari] sono stati lenti ad accorgersene", ha osservato MKS, "ma in seguito hanno costantemente immesso offerte, sfruttando il movimento rialzista per aggiudicarsi il prezzo record in dollari australiani”.
 
Anche i prezzi dell’oro in Canada sono aumentati vertiginosamente, raggiungendo il massimo da novembre 2017 a 1.760$/oncia.
 
I prezzi dell'oro in Cina nel frattempo hanno toccato il massimo da aprile 2017 durante la notte di giovedì, salendo del 10% in termini yuan rispetto ai minimi pluriennali dello scorso agosto e fissandosi a Shanghai all'equivalente di 1.300$ l'oncia nell'asta pomeridiana di oggi.
 
Secondo i nuovi dati, l'attività manifatturiera nella seconda economia mondiale si è ridotta per la prima volta in 19 mesi a dicembre a causa delle diminuzioni nelle esportazioni e negli ordini interni. Il premio dell’oro a Shanghai è così aumentato a 11$ l'oncia rispetto alle quotazioni di Londra.
 
Ciò ha prolungato il rialzo del premio dell’oro a Shanghai, già forte in questa stagione in vista del Capodanno cinese il 5 febbraio.
 
 
"L’impressione è che il mercato sia virtualmente diretto verso una leggera recessione, ma non penso che succederà", ha osservato il professore di Wharton Jeremy Siegel riferendosi alla crisi azionaria statunitense di mercoledì.  "Se evitiamo una recessioneil mercato sarà in condizioni ottimali ... il ribasso eccessivo di oggi è una conseguenza del rialzo eccessivo di quest’ultima estate".   
 
Mercoledì SPDR Gold Trust (NYSEArca: GLD) è aumentato dell'1%, con la domanda che ha superato le vendite.   
 
Crescendo ad un sottostante di 795 tonnellate d'oro, la dimensione di GLD ora mostra una correlazione in 4 settimane con il prezzo dell’ oro in dollari di +0,92, la lettura più positiva di 5 mesi.   L’indice sarebbe +1,0 se l'oro e le dimensioni di GLD andassero di pari passo.
 
Dal giorno di Natale GLD è ora aumentato di 21,2 tonnellate,  l'afflusso maggiore in 5 sessioni da settembre 2017.

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento