Oro oggi

I premi cinesi scendono, l'oro tocca il prezzo massimo di sei settimane mentre nelle miniere sudafricane si sciopera

 
I prezzi dell'oro sono aumentati all'ora di pranzo di lunedì toccando quota 1.257$/oz, appena dopo aver segnalato il punto più alto di sei settimane a 1.260$/oz all'apertura degli scambi in Cina.
 
Con la chiusura odierna della borsa di New York, in onore della commemorazione di Martin Luther King, le borse asiatiche hanno segnalato un ribasso mentre quelle europee sono rimaste invariate con le commodities.
 
Le compagnie di estrazione di oro sudafricane - le più importanti per costi sostenuti - si sono unite allo sciopero indetto dall'AMCU (organizzazione che difende i diritti dei minatori), al fine di ottenere migliori condizioni lavorative e salariali.
 
Il Sud Africa, dopo essere stato a lungo primo estrattore del prezioso metallo per tanti anni, è attualmente in sesta posizione per produzione di oro, dopo aver ceduto lo scettro alla Cina che ormai occupa la prima posizione dal 2007.
 
"Il buon livello della domanda dei paesi al di fuori dell'Asia, insieme alla domanda fisica degli investitori europei, dovrebbe continuare a fornire supporto ai prezzi dell'oro", dice il gruppo Heraeus con sede in Germania.
 
"La forte domanda dalla Cina continua a fornire supporto, ma è nostra opinione che è improbabile che duri al di la dell' anno lunare", afferma Barclays.
 
I premi cinesi, al di sopra dei prezzi internazionali sugli accordi che si chiudono a Londra, hanno ripiegato su 10.50$ per oncia alla fine delle contrattazioni di Shangai, segnando il livello più basso fino adesso nel 2014.
 
In vista del Capodanno cinese, considerato il picco stagionale della domanda dei consumatori, i premi di Shangai per il commercio all'ingrosso del metallo prezioso ha raggiunto i 18$ per oncia.
 
Quest'ultimo è stato il premio più alto in Cina da quando i prezzi dell'oro sono calati disastrosamente a 1200$/oz alla fine di Giugno 2013.
 
Con il PIL in crescita del 7,7%, l'istituto nazionale di statistica oggi ha affermato che la vendita di gioielli ha registrato un incremento del 26% di valore in moneta Yuan rispetto all'anno precedente, per raggiungere un nuovo record totale di 48.9 miliardi di dollari.
 
"L'azione del prezzo dell'oro indicava qualcosa nella sessione di venerdì", afferma una nota della ANZ Bank che, insieme alla HSBC, si dice abbiano ricevuto le licenze di importazione dalle autorità di Pechino.
 
"I prezzi dell'oro hanno tenuto il livello di 1255$ almeno in cinque occasioni la scorsa settimana".
 
La Banca Popolare Cinese oggi ha concesso prestiti a breve termine verso le maggiori banche nel tentativo di facilitare liquidità ed alzare i tassi di interesse in vista del nuovo anno cinese.
 
I già deboli bond dell'eurozona nel frattempo sono aumentati di prezzo un'altra volta lunedì, spingendo verso il basso dello 0,8% i rendimenti portoghesi a 10 anni, secondo i dati Bloomberg.
 
L'argento ha seguito l'oro in termini di comportamento ma ha fatto registrare solo un picco sopra le 20.40$/oz.
 
Il platino, che nel complesso guida i metalli preziosi, ha raggiunto il suo livello più alto da 4 mesi a questa parte fino a toccare 1.466$/oz a seguito della notizia dello sciopero nelle miniere sudafricane.

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento