Oro oggi

Correzione oro in preparazione di un nuovo rally, UE pronta a concedere estensione Brexit

I PREZZI DELL'ORO non sono riusciti a recuperare il calo dello 0,6% di ieri contro un rialzo del Dollaro martedì, mantenendosi a 1.485$, mentre un alto funzionario di Pechino ha indicato che la Cina sta "facendo progressi" nei suoi colloqui commerciali con Washington.
 
Sia i prezzi dell'argento che del platino sono rimasti più saldi, scambiati in linea con i prezzi di chiusura della scorsa settimana a 17,55$ e 887$ rispettivamente.
 
Le borse europee hanno faticato ad estendere i guadagni overnight dell'Asia, mentre il prezzo dell'oro in euro è salito a 1.335€ - un massimo di 7 anni quando è stato raggiunto per la prima volta in agosto, ma oltre il 5% al ​​di sotto del successivo picco storico di settembre.
 
I principali prezzi dei titoli di stato sono aumentati, riducendo i tassi di interesse a lungo termine.
 
"Gli investitori continuano a essere ottimisti sul fatto che un qualche tipo di tregua commerciale con la Cina possa essere portata avanti", afferma Reuters, citando un senior investment manager.
 
Dopo che i media statali cinesi hanno accusato gli Stati Uniti e le altre nazioni occidentali di intromettersi nelle proteste e nelle dimostrazioni pro-democrazia di Hong Kong, oggi il vice ministro degli Esteri Le Yucheng ha dichiarato a un forum a Pechino che entrambe le parti "si rispettano e cercano pari cooperazione" nel tentativo di eliminare le tariffe commerciali USA-Cina imposte dall'anno scorso.
 
L'indice S&P500 delle azioni statunitensi ha chiuso lunedì al di sopra di 3.000 per la prima volta in un mese, chiudendo a solo l'1% dal record storico di luglio, dato che le società tecnologiche e idi semiconduttori hanno registrato un forte rialzo.
 
Negli ultimi 40 anni, i prezzi dell'oro e l'azionario americanano si sono mossi in direzioni opposte il 50% delle volte su base settimanale, il 53% di tutti i periodi di 5 settimane, il 48% di tutti i periodi di 52 settimane, ed il 59% di tutti i periodi di 5 anni.
 
Ogni volta che il Wilshire 5000 Price Index era stato negoziato al ribasso rispetto alla metà del decennio precedente, l'oro era aumentato del 96% delle volte.
 
 
"I rally dei prezzi dell'oro non tendono ad iniziare quando il sentimento è già molto positivo", afferma l'ultima nota del gruppo di raffinamento Heraeus con sede in Germania, sottolineando che - nonostante la ritirata della scorsa settimana in futures e opzioni del Comex - "nell'oro il sentimento rimane fortemente rialzista".
 
Con gli ultimi 3 mesi dell'anno che vedono spesso i prezzi dell'oro spostarsi lateralmente, "Un po 'più progressi su un accordo commerciale USA-Cina potrebbero vedere l'oro ridursi [ulteriormente] mentre il sentimento economico migliora", aggiunge Heraeus.
 
"[Questa] continuazione dell'attuale correzione dei prezzi ridurrebbe il livello di entusiasmo e preparerebbe la scena per la fase successiva del rialzo".
 
A Bruxelles, l'Unione europea tratterà la richiesta del Regno Unito di una proroga della Brexit - imposta al primo ministro Johnson dai legislatori dell'opposizione e fatta senza la sua firma lo scorso fine settimana - con "tutta serietà", ha dichiarato oggi il presidente dell'UE Donald Tusk.
 
La scorsa notte il governo conservatore di minoranza ha pubblicato la proposta di legge sulla Brexit di 110 pagine, che - insieme a 124 pagine di note esplicative - vuole che i membri del Parlamento britannico voti questa settimana.
 
La sterlina oggi si è bloccata dopo essere salita di quasi il 6% nelle ultime 3 settimane, scendendo sotto 1,30$ ma mantenendosi 10 centesimi sopra i minimi di 34 anni dell'estate.
 
Ciò ha aiutato il prezzo dell'oro nel Regno Unito a recuperare il calo di lunedì, toccando 1.150£ nel commercio di Londra - un massimo di 8 anni quando è stato raggiunto per la prima volta a luglio, ma ora oltre il 10% in meno rispetto al nuovo picco di tutti i tempi del mese scorso.
 
"Tutti gli strateghi valutari concordano sul fatto che la sterlina è a buon mercato", afferma la rivista britannica MoneyWeek, citando un analista che dice come "in assenza dello sconto Brexit", la sterlina "dovrebbe salire ad 1,30 euro, e "ben a nord" di 1,40$ rispetto al dollaro USA".
 
"Anche Le società del Regno Unito hanno un prezzo significativamente minimizzato", afferma il Financial Times, citando un commento anonimo da un hedge fund di Londra.
 
Nel frattempo a Mosca, e "indipendentemente da come andranno le cose con il prezzo del petrolio, saremo in grado di finanziare i nostri obblighi perché abbiamo accumulato sufficienti riserve auree, oltre il 7% del PIL", ha dichiarato il ministro delle finanze russo Anton Siluanov alla CNBC.
 
"Pertanto, anche se i prezzi del petrolio scendessero a 30$ o 20$ al barile saremo in grado di onorare i nostri obblighi per tre anni senza shock o difficoltà per il nostro bilancio" - un contrasto con il default del debito russo del 1998 quando la sua principale fonte di reddito da esportazione affondò a 18$ al barile, schiacciando le entrate del governo.
 
A 59$ al barile di greggio Brent oggi, i prezzi del petrolio sono ora poco cambiati per ottobre o per il 2019 finora, cancellando tutto il picco del 20% del mese scorso sulle notizie degli attacchi di droni sauditi.

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento