Oro oggi

Borse in difficoltà, l’oro corre dopo le svendite di ETF del Q3

L’oro in dollari e in euro è tornato al livello di chiusura delola scorsa settimana, con le maggiori Borse che hanno stentato a mantenere i rialzi di ieri.

L’indice mondiale MSCI non è aumentato per tre giorni consecutivi da metà settembre.

I maggiori titoli di Stato hanno perso terreno, così come il greggio, mentre l’oro è aumentato a 1.230$/oncia ed a 1.080€/oncia.

Il rendimento dei bond americani a dieci anni è salito al 3,17%, al picco di sette anni già toccato ad inizio ottobre.

Nel trimestre da luglio a settembre 2018 la domanda globale di oro è stata simile a quella dello stesso trimestre dell’anno precedente, con le perdite degli ETF in oro compensate da un leggero aumento della domanda privata e delle Banche Centrali.

(image)

L’oro in sterline ha guadagnato 5£ rispetto al minimo di una settimana di 946£ toccato nella notte, dopo che la Bank of England ha annunciato che manterrà il tasso chiave ed il QE invariati.

Con le previsioni di un’inflazione al di sopra dell’obiettivo biennale, e l’aumento di stipendi maggiore del decennio, i consumi domestici sembrano maggiori rispetto alle aspettative.

Tuttavia gli investimenti delle aziende sono diminuiti, effetto dell’incertezza data dalla Brexit.

Dopo che The Times e Reuters hanno riportato i progressi fatti verso gli accordi post-Brexit, che permetterebbero ai servizi finanziari di continuare ad accedere il mercato europeo, la sterlina è salita al picco di una settimana contro il dollaro.

Michel Barnier ha twittato in risposta che le notizie pubblicate sono fuorvianti, poichè l’UE ha il potere di assicurare o togliere l’equivalenza nei servizi finanziari in piena autonomia.

Nel terzo trimestre di quest’anno la domanda di oro in India è aumentata del 10% rispetto al Q3 del 2017 grazie ai ribassi del prezzo dell’oro.

Ora, con i prezzi al picco di 6 anni a Delhi, anche nel mezzo della stagione festiva degli eventi del Dhanteras e Diwali nel calendario Hindu la domanda di oro resta bassa.

Al minimo storico, la rupia seconfo Reuters sarà in difficoltà per i prossimi dodici mesi, a causa delle elezioni statali del 2019, il deficit del governo ed il deficit commerciale.

L’oro in dollari e in euro è tornato al livello di chiusura delola scorsa settimana, con le maggiori Borse che hanno stentato a mantenere i rialzi di ieri.

L’indice mondiale MSCI non è aumentato per tre giorni consecutivi da metà settembre.

I maggiori titoli di Stato hanno perso terreno, così come il greggio, mentre l’oro è aumentato a 1.230$/oncia ed a 1.080€/oncia.

Il rendimento dei bond americani a dieci anni è salito al 3,17%, al picco di sette anni già toccato ad inizio ottobre.

Nel trimestre da luglio a settembre 2018 la domanda globale di oro è stata simile a quella dello stesso trimestre dell’anno precedente, con le perdite degli ETF in oro compensate da un leggero aumento della domanda privata e delle Banche Centrali.

L’oro in sterline ha guadagnato 5£ rispetto al minimo di una settimana di 946£ toccato nella notte, dopo che la Bank of England ha annunciato che manterrà il tasso chiave ed il QE invariati.

Con le previsioni di un’inflazione al di sopra dell’obiettivo biennale, e l’aumento di stipendi maggiore del decennio, i consumi domestici sembrano maggiori rispetto alle aspettative.

Tuttavia gli investimenti delle aziende sono diminuiti, effetto dell’incertezza data dalla Brexit.

Dopo che The Times e Reuters hanno riportato i progressi fatti verso gli accordi post-Brexit, che permetterebbero ai servizi finanziari di continuare ad accedere il mercato europeo, la sterlina è salita al picco di una settimana contro il dollaro.

Michel Barnier ha twittato in risposta che le notizie pubblicate sono fuorvianti, poichè l’UE ha il potere di assicurare o togliere l’equivalenza nei servizi finanziari in piena autonomia.

Nel terzo trimestre di quest’anno la domanda di oro in India è aumentata del 10% rispetto al Q3 del 2017 grazie ai ribassi del prezzo dell’oro.

Ora, con i prezzi al picco di 6 anni a Delhi, anche nel mezzo della stagione festiva degli eventi del Dhanteras e Diwali nel calendario Hindu la domanda di oro resta bassa.

Al minimo storico, la rupia seconfo Reuters sarà in difficoltà per i prossimi dodici mesi, a causa delle elezioni statali del 2019, il deficit del governo ed il deficit commerciale.

Attachments: 

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento