Oro oggi

Balzo dell'oro e dell'argento, conferma sui deboli dati occupazionali americani

L'oro aveva in parte recuperato il calo dell'1,6% in dollari durante gli scambi di venerdì a Londra. 
 
Il metallo è stato scambiato intorno ai 1.293$/oz, dopo la conferma dei deludenti dati occupazionali americani.
 
Il prezzo del metallo è successivamente sceso per essere scambiato intorno ai 1.287$/oz, mentre l'argento è andato al ribasso verso i 17,40$/oz, in diminuzione del 2,5% dalla scorsa settimana.
 
Il Dipartimento del Lavoro e Statistica americano ha affermato ha pubblicato un dato di 160.000 nuovi posti di lavoro negli Stati Uniti nel mese di aprile, indicando e confermando il dato annunciato dall'agenzia privata ADP che ha indicato aprile come il quarto peggior mese in termini di crescita economica degli ultimi due anni.
 
"Deboli dati occupazionali potrebbero spingere il metallo al rialzo", aveva affermato James Steel della banca HSBC prima dei dati di venerdì.
 
"Anche se i dati dovessero essere deludenti spingendo l'oro al rialzo, la domanda fisica proveniente dall'Asia rimane abbastanza debole. I rally dell'oro dipendono molto dall'interesse e dal sentiment degli investitori", ha concluso.
 
Il fondo SPDR Gold Trust (NYSEArca:GLD) ha incrementato le proprietà del fondo di ulteriori 4 tonnellate di oro, a garanzia delle azioni emesse dal fondo, portando il totale complessivo in deposito al massimo di due anni e mezzo a 829 tonnellate, nonostante lo scivolamento dei prezzi durante il giorno.
 
In India – seconda nazione al mondo per consumi nel 2015 secondo quanto affermato dalla Metal Focus – "i rivenditori al dettaglio di gioielli si aspettano un incremento delle vendite per le festività Hindu di Akshaya Tritiya", ha affermato Sreedhar GV, presidente della All India Gems & Jewellery Trade Federation.
 
"I prezzi in rupie stanno salendo vertiginosamente", ha affermato Sreedhar, "oltre l'11% rispetto a 3 mesi fa, mentre la domanda è indebolita dalle condizioni metereologiche della nazione".
 
Molti analisti, infatti, ravvisano una correlazione tra la domanda di oro indiana e la stagione dei monsoni, dal momento che la situazione metereologica incide direttamente sui redditi rurali e quindi sulle vendite di oro.
 
In Cina – primo paese al mondo per consumi di oro – i volumi di scambio del contratto principale sull'oro sono rimasti stabili nella giornata di venerdì, con prezzi in leggero ribasso dello 0,3% durante la notte.
 
Durante l'intera settimana, il nuovo indice internazionale sul prezzo dell'oro in yuan di Shanghai ha mantenuto un premio di 28 centesimi in dollari sui prezzi internazionali di Londra.

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento