Oro oggi

Argento più stabile dell'oro, prezzo sui 17 dollari per oncia

I prezzi dell'argento sono scivolati dal massimo di tre settimane raggiunto nella giornata di ieri, rimanendo comunque sopra i 17 dollari per oncia durante gli scambi di mercoledì.
 
L'oro è rimbalzato dopo essere andato sotto i 1.250 dollari per oncia, risalendo sopra il livello di 1.253 nel primo pomeriggio, poco prima della pubblicazione dei verbali della Federal Reserve sui tassi di interesse.
 
Il prezzo del petrolio è rimasto stabile nella sessione che anticipa la riunione di domani a Vienna tra i paesi che fanno parte della OPEC. 
 
Le altre materie prime sono scivolate.
 
"L'oro è diminuito...perchè sono aumentate le possibilità di incremento dei tassi di interesse", afferma il dipartimento delle materie prime della Commerzbank.
 
Le possibilità che vi sia un incremento dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve sono salite all'80% per il mese di giugno, secondo quando riportato nel sito del CME Group
 
La scorsa settimana le probabilità di un incremento dei tassi da parte della Federal Reserve per il prossimo mese erano sotto il 65%.
 
L'indice pomeridiano sull'oro nel Gold Exchange di Shanghai è stato fissato a 278 yuan per grammo, circa l'1% al di sotto del picco di tre settimane della giornata di ieri.
 
Le esportazioni di oro dalla Svizzera verso la Cina sono quasi triplicate "anno su anno" nel mese di aprile per superare le quaranta tonnellate, fa notare la Commerzbank, mentre le esportazioni verso Hong Kong sono rimaste su livelli molto bassi, al di sotto di 13 tonnellate.
 
La Cina ha importato grossi quantitativi di argento nel mese di aprile, continua la Commerzbank, facendo riferimento a dati resi disponibili dall'Agezia delle Dogane che hanno evidenziato un incremento del 25% rispetto allo stesso mese del 2016, per arrivare a 298 tonnellate.
 
Il fondo SPDR Gold Trust (NYSEArca:GLD) ha venduto cinque tonnellate di oro nella giornata di ieri per portare il quantitativo complessivo a 847 tonnellate, una diminuzione dello 0,6%, mentre il fondo ETF iShares è rimasto invariato in virtù del picco di tre settimane del metallo di ieri a 17,30 dollari per oncia.
 
E' possibile leggere la versione completa dell'articolo in inglese cliccando qui
 

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento