Oro oggi

UFO nel mercato dell'oro cinese

Familiare eppure aliena, la domanda d'oro dalla Cina sembra più di una mania...

di Adrian Ash -  BullionVault
 
L'ULTIMA VOLTA  che sono stato a Hong Kong, ho notato una vera e propria mania per gli UFO. Giornali, cartelloni, televisione... non capivo i dettagli ma l’immagine di dischi volanti mi era molto familiare. La mania degli UFO è stata popolare anche in Gran Bretagna, così come negli Stati Uniti, sopratutto ai tempi della mia infanzia... cerchi sui grani, incontri ravvicinati, eccetera eccetera...
 
Per questo la fissazione di Hong Kong sugli UFO sapeva stranamente di già visto. Strano perché era fuori luogo, o meglio fuori tempo. Un fenomeno perfettamente riconoscibile ma allo stesso tempo alieno.
 
È vero che le notizie relative agli UFO sono ancora riportate dai giornali, in UK, negli USA e in Europa, ma il tono è ormai stanco, se non sarcastico. I cerchi nel grano uno scherzo ben congegnato e i rapimenti degli alieni solo una ragione per burlarsi di qualcuno.
 
A Hong Kong invece, la quantità di immagini sugli UFO e di pubblicità di eventi e seminari a riguardo rendono il tutto un fenomeno di cultura popolare, se non addirittura un fatto scientifico. Nel 2012 Hong Kong è stata sede di una convention internazionale con 1700 partecipanti. Ho scoperto grazie a internet che la Cina ospita da tempo gli ossessionati dagli UFO, che sono presi molto sul serio dai media. A quanto pare ci sono anche studi scientifici a livello di dottorato. E questo ci porta all’oro.
 
La domanda di oro dalla Cina è un qualcosa di completamente nuovo per analisti e trader. Considerato l’amore dell’India per l’oro, la velocità di crescita dell’amore della Cina per il metallo giallo è una novità familiare... appunto come la mania degli UFO.
 
Il volume di metallo che la seconda economia al mondo sta consumando è a dir poco sorprendente. Oltre 1.000 tonnellate d’oro sono state consegnate attraverso il Shanghai Stock Exchange durante la prima metà del 2013, più del totale realizzato durante il 2012. I premi oltre il prezzo di riferimento internazionale si sono ridotti, perché non sono più ai livelli record di qualche settimana fa, mentre i venditori all’ingrosso continuano a chiedere maggiori forniture. Come fa notare la banca svizzera UBS, le banche cinesi stanno ampliando ulteriormente la possibilità di accesso dei privati, offrendo ai privati nuovi prodotti per investire in oro.
 
Ora, cosa significhi questa mania è difficile da dire, ed è cruciale che il cambio di marcia della domanda dalla Cina sia avvenuta dopo che in primavera il prezzo è crollato. Non si verificava quando il prezzo era sui $1500 o $1600 all’oncia.
 
La domanda dalla Cina rimane come un UFO, ancora non bene identificata, per quanto evidentemente tra noi. Cosa accadrebbe se lo stesso appetito per l’oro si diffondesse anche in Europa e negli Stati Uniti? 

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento