Oro oggi

Primo banco di prova per l'oro, attesa la decisione della Fed sui tassi

L'oro è sceso dello 0,6% rispetto al picco di un mese in dollari toccato nella giornata di ieri. 
 
Il prezzo del bene rifugio è scivolato durante la mattinata di scambi di mercoledì mattina, mentre i mercati azionari mondiali hanno rimbalzato in attesa di conoscere quale sarà la decisione della Federal Reserve di oggi sui tassi di interesse.
 
L'argento ha tenuto intorno ai 17,40$/oz, mentre i mercati azionari europei sono saliti mediamente dell'1% rispetto ai minimi di quattro mesi di martedì.
 
I prezzi dei principali titoli governativi sono andati al ribasso.
 
Il prezzo dell'oro è scivolato sia in dollari che in sterline, rispettivamente intorno ai 1.281$ e 900£ per oncia, in ribasso dell'1% rispetto al picco di tre anni toccato ieri, mentre la sterlina ha recuperato quasi 1,5 centesimi nel mercato delle valute subito dopo la pubblicazione del dato occupazionale nel Regno Unito, sceso al minimo di dieci anni.
 
"Il punto chiave della riunione della Fed, in tarda serata, sarà il numero degli incrementi dei tassi che ci si dovrà attendere quest'anno", afferma David Govett della compagnia Marex Spectron di Londra.
 
"Se il tono della conferenza stampa della Federal Reserve si manterrà cauto", va avanti Govett, "è possibile che l'oro rompa la resistenza a 1.300$/oz e si mantenga su quei livelli, con la possibilità di nuovi rialzi durante l'anno. Se dovesse accadere il contrario i prezzi potrebbero invece scendere in direzione dei 1.270$/oz".
 
Il grafico pubblicato online sul sito dell'Economist mostra come il 44% degli elettori sia a favore del Brexit, il 42% contrario ed il 10% dell'elettorato senza aver preso ancora una decisione.
 
"Sembra essere il momento opportuno per iniziare a preoccuparsi", ha affermato Steven Barrow della ICBC Standard Bank, commentando i sondaggi che vedono il fronte a favore del Brexit in vantaggio.
 
"Tra tutti i metalli preziosi", riporta una nota da parte degli analisti della Commerzbank, "soltanto l'oro pare che si stia beneficiando dell'attuale condizione di mercato".
 
Il continuo acquisto da parte delle Banche Centrali di Cina e Russia, così come le vendite di oro da parte della Banca Centrale del Venezuela al fine del recupero di liquidità, mostrano come l'oro sia un bene rifugio di facile smobilizzo, così come fatto notare da Societe Generale e Thomson Reuters GFMS questa settimana.
 

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento