Oro oggi

Prezzo dell'oro verso il miglior risultato da luglio a questa parte

I prezzi dell’oro sono rimasti in uno stretto margine sopra i 1.330$/oz, all’ora di pranzo di venerdì a Londra, dirigendosi verso il miglior risultato da luglio a questa parte anche in seguito ai nuovi dati sull’economia provenienti dagli Stati Uniti che hanno evidenziato una crescita ad un un ritmo più lento rispetto a quanto inizialmente riportato.
 
I dati revisionati relativi al prodotto interno lordo, per la fine del 2013, hanno mostrato una crescita del 2.4% dell’economia americana invece del 2.5%.
“Una possibile pausa al tapering del QE della Fed è la ragione che spiega il perchè l’oro sia stato costante quest’anno”, dice una nota della società di brokeraggio INTL FC Stone.
 
“Gli investitori stanno avendo la possibiltà di una pausa...di sicuro, la recente agitazione evidenziata in diverse economie di mercato emergenti ha contribuito ad aggiungere un addizionale impeto all’avanzamento dell’oro”.
 
Dopo la caduta del prezzo ai minimi di 3 anni a 1.180$, avvenuta a metà dell’estate del 2013, i prezzi dell’oro hanno prima effettuato un rally del 10.3% e dopo del 6.1% durante luglio e agosto.
 
Scendendo nuovamente al livello sopra citato alla vigilia del Capodanno, l’oro da quel momento è salito del 4.1% e del 6.5% a gennaio e febbraio, raggiungendo il picco di 1.345$/oz nella giornata di lunedì.
 
La notte scorsa a Shangai i prezzi dell’oro sono stati alti, portando il premio sui prezzi di Londra al massimo di una settimana a 3.25$/oz nonostante lo scivolamento dello yuan al minimo record di 6 mesi nel mercato delle valute.
 
I premi cinesi sui prezzi di Londra sono stati in negativo all’inizio della settimana, per la prima volta da Novembre, indicando un’eccedenza di offerta rispetto alla domanda nella nazione numero uno al mondo per consumo di oro.
 
“L’indice internazionale sui prezzi dell’oro, stabilito tramite il Fixing di Londra, è finito nel mirino di una class action da parte di alcuni consulenti legali”, ha riportato lunedì il Financial Times, (aggiungendo erroneamente che l’autorità di controllo inglese e tedesca sta investigando formalmente sul processo di determinazione del prezzo durante gli ultimi 100 anni).

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento