Oro oggi

Prezzo dell’oro invariato a 1287$/oz

Il prezzo dell’oro si è mosso in una stretta fascia di prezzo lunedì mattina a Londra sotto 1290$/oz. Anche i mercati azionari europei sono rimasti invariati in quella che si annuncia una settimana ricca di dati e decisioni importanti da parte delle banche centrali.
 
La borsa di New York è rimasta chiusa per la festa del lavoro.
 
Le truppe ucraine, a seguito della mancata riconquista dell'aeroporto di Luhansk in mano ai filorussi, si sono ritirate, dopo che il Presidente russo Vladimir Putin nella giornata di ieri affermava la necessità di un dialogo per la situazione del sud est dell'Ucraina.
 
“Le sanzioni potrebbero avere un impatto forte per le compagnie tedesche, ma accettare il comportamento della Russia non può costituire un'opzione”, ha affermato oggi la cancelliera tedesca Angela Merkel, in una conferenza stampa a Berlino.
 
L’Euro ha toccato il minimo di 5 anni sotto 1,3125$, fornendo supporto ai prezzi dell'oro in euro e portandoli vicini al massimo di giovedì scorso di due settimane, sopra 980€/oz.
 
I prezzi dei bond governativi sono saliti, in seguito a dati più deboli del previsto dell’indice Market Purchasing Manager (PMI) nei 18 paesi aderenti all’euro.
 
La riunione della Banca Centrale Europea di giovedì è attesa da più parti come favorevole alla predisposizione di un'agevolazione monetaria.
 
“Ciò potrebbe essere un situazione mista per i metalli preziosi, in quanto un indebolimento del prezzo dell’oro in dollari è compensata dalla possibilità di nuovi acquisti”, afferma Jonathan Butler della Mitsubishi.
 
 
“Una politica monetaria fallimentare nell’Eurozona...non necessariamente porta a prezzi più alti sull’oro e sull’argento”, concorda Robin Bhar della banca francese Societe Generale.
 
Muovendosi in un range di soli 40$/oz nel Fixing pomeridiano di Londra nel mese di agosto, i prezzi dell’oro lo scorso mese hanno fatto registrare la fascia più stretta di variazione dal settembre del 2009.
 
Il più grosso fondo ETF – SPDR Gold Trust – ha venduto le piccoli acquisizioni di lingotti d’oro di luglio, rimanendo invariato rispetto alla fine del 2013 al minimo di 5 anni, a 795 tonnellate.
 
La scorsa settimana, l’interesse per futures e opzioni sull’oro negli Stati Uniti è sceso al minimo di 5 anni, secondo dati resi pubblici nel tardo venerdì, in virtù della riduzione del numero dei contratti in mano a speculatori e operatori finanziari.
 
“Quest'anno i flussi di investimento fino a questo momento non sono stati particolarmente frenetici”, riporta una nota sulla fornitura e domanda da parte di David Jollie della Mitsui.
 
I prezzi dell'oro in Cina, nella giornata di lunedì, sono rimasti invariati in yuan, con i contratti di Shangai che hanno mantenuto un premio di 2$/oz sui prezzi di Londra.

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento