Oro oggi

Prezzo dell'oro cresce di 10$/oz prima dei dati della ADP

Il prezzo dell’oro è salito improvvisamente di 10$/oz all’inizio degli scambi di mercoledì a New York e prima dei dati mensili sull’occupazione negli Stati Uniti.
In precedenza il prezioso metallo si contraddistingueva per aver compiuto un rally dopo aver toccato per due volte il minimo di sette settimane a 1.278$/oz, durante la notte di scambi in Asia.
 
Il prezzo per lo scambio di metallo fisico ha tenuto a 1.290$/oz, dopo che i nuovi dati sull’occupazione sono stati rilasciati dall’ Istituto di Ricerca ADP, mostrando il risultato di 191.000 assunzioni, appena in ritardo rispetto alle previsioni. 
 
Considerato come una guida da parte di alcuni analisti, in prospettiva dei dati ufficiali sui Non-Farm Payroll di venerdì da parte del Bureau of Labor Statitistcs (l’Ufficio di Statistica del Lavoro), il numero mostrato da parte della ADP Research Institute sul settore privato, è stato di circa il 15% sopra l’ultima media di 12 mesi.
 
“La maggior parte delle persone aspetteranno i dati reali, continuando a scambiare nel range in assenza di nuove news o di freschi impulsi esterni”, afferma una nota della società di brokeraggio Marex Spectron.
 
“Gli scambi avverranno probabilmente in un range determinato tra 1.270$/oz e 1.300$/oz fino alla giornata di venerdì”, fa notare un’operatore della MKS.
 
In prosepttiva dei dati ufficiali sull’impiego negli Stati Uniti, il gruppo finanziario ha inolte evidenziato che, sebbene l’aggiornamento dell’ Institute for Supply Managment abbia evidenziato una crescita del settore manufatturiero, “la sub-componente occupazionale è diminuita leggermente, scendendo fino al ...livello minimo dal giugno del 2013”.
 
Nel frattempo in Cina, nazione numero uno al mondo per estrazione e consumo di oro, i volumi di scambio in yuan sono stati i più bassi dal 28 gennaio a questa parte, poco prima della lunga settimana di chiusura per il nuovo anno.
 
Tipicamente scambiato a fronte di un premio, rispetto all’indice internazionale di Londra, quest’ultimo è stato il più basso dalla fine febbraio a oggi.
“La forte domanda cinese per l’oro fisico è evidente ma non è corroborata da un alto premio”, afferma la banca australiana ANZ.
 
Nonostante tutto, questo mercoledì lo sconto è stato di soli 16 centesimi rispetto all’indice di Londra, il più piccolo sconto da quasi cinque settimane a questa parte.

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento