Oro oggi

Prezzi dell’oro al massimo di 3 mesi, i broker asiatici vendono nonostante i grossi acquisti di ETF

I prezzi dell’oro hanno iniziato la seconda parte del 2014 toccando il picco di 3 mesi durante la notte di martedì in Asia, raggiungendo il livello di 1332$/oz. 
 
L’oro ha tenuto al di sotto del livello massimo raggiunto la scorsa settimana per gli investitori dell’Eurozona e del Regno Unito.
 
L’argento ha seguito il comportamento dei prezzi dell’oro ma non è riuscito a raggiungere il massimo di 3 mesi venendo scambiato in una stretta fascia di prezzo tra 21.04 e 21.15$/oz.
 
“Il prezzo raggiunto dall’oro fino adesso in questa settimana potrebbe essere parzialmente spiegato dal forte aquisto di ETF avvenuto nella giornata di ieri”, credono gli analisti dei metalli preziosi della UBS.
 
Il gigantesco fondo speculativo SPDR Gold Trust di New York ha aggiunto 5.7 tonnellate di oro nella giornata di ieri a garanzia delle sue azioni, la più grande aggiunta giornaliera da marzo.
 
Tale incremento ha riportato la quota di metallo in possesso del fondo ai livelli di aprile, in cui erano presenti 790 tonnellate, il minimo di 4 anni.
 
“Anche così, il cambiamento nel flusso di ETF è significativo ed è un fattore chiave che supporta i prezzi dell’oro. Ulteriori liquidazioni non possono essere escluse con certezza, ma richiederebbero una forte motivazione come un deciso cambiamento nella politica della Federal reserve”, afferma la UBS.
 
“Ad un’attenta analisi tecnica del prezzo, l’oro sembra che abbia effettuato una decisa rottura al di sopra del livello di ostruzione di 1316$/oz”, afferma la banca Scotia Mocatta.
 
“La correzione del prezzo verso il basso da marzo a giungo è finita”, afferma Axel Rudolph, analista tecnico della Commerzbank di Francoforte.
 
“La rottura della resistenza a 1325$/oz può portare l’oro a testare un livello superiore, ma se i prezzi dell’oro dovessero andare in qualsiasi punto vicino alla metà di 1300£/oz verrebbe il momento di vendere”, afferma la Marex Spectron di Londra.
 
I prezzi allo Shangai Gold Exchange hanno chiuso la giornata di martedì al livello più alto di 11 settimane in valuta yuan, ma lo sconto sull’indice del prezzo internazionale di Londra è continuato nella misura di 1,40$/oz.
 
“I recenti guadagni dell’oro sono probabilmente arrivati alla fine. Se e quando le tensioni geopolitiche si affievoliranno ci aspettiamo che l’oro ritorni sulla sua traiettoria ribassista”, crede la Barclays Bank.
 
L’import legale di oro in India, nazione numero uno al mondo per consumi fino a quando non sono state introdotte le regole anti import la scorsa estate, è sceso del 74% secondo gli ultimi dati rivelati dall’Economic Times, rispetto ai livelli record raggiunti la scorso anno nello stesso periodo.

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento