Oro oggi

Prezzi dei lingotti stabili prima della dichiarazione delle Fed

I prezzi dei lingotti d’oro  sono rimasti stabili sopra i 1270$/oz durante gli scambi di mercoledì mattina a Londra, mentre il prezzo del petrolio ha tenuto vicino al massimo di nove mesi e i mercati azionari occidentali sono saliti.
 
I miliziani jihadisti si sono impadroniti di una parte del complesso di raffinerie nella città di Baiji nel centro dell’Irak,  130 miglia a nord di Baghdad.
Pedro Poroshenko, nuovo presidente ucraino, si è reso disponibile a cessare unilateralmente, secondo notizie provenienti da Kiev. 
 
“L’oro ha avuto un modesto rimbalzo questo mese, che crediamo abbia fatto il suo corso. La correlazione di sei mesi dei prezzi dell’oro con quelli dell’olio è diventata negativa per la prima volta dalla metà del 2009. Il grafico di lungo periodo per l’olio indica che i prezzi dell’oro vogliono salire”, secondo quanto affermato da Michael Shaol della Marketfield Asset Management di New York.
 
Il prezzo dell’oro in dollari è stato meno si è mosso leggermente mercoledì contro l’euro e la sterlina, a seguito dello scivolamento della moneta prima della decisione della Fed americana che interesserà i tassi di interesse ed il Tapering al QE. 
 
E' attesa, infatti, la dichiarazione della Fed volta ad annunciare un’ulteriore taglio di 10 milioni di dollari alla coniazione di moneta, per scendere fino a 35 miliardi di dollari per mese.
 
I rendimenti dei buoni del tesoro decennali americani sono scesi lievemente mentre i prezzi sono saliti prima della decisione della Fed, offrendo il 2,64% di rendita annuale a nuovi acquirenti.
 
I prezzi dell’argento hanno ritracciato quelli dell’oro, subendo un incremento dal picco minimo dello 0,7% di martedì e risalendo fino a 19,75$/oz, leggermente più su rispetto alla fine della scorsa settimana.
 
Il World Gold Council, l’organizzazione mondiale per lo sviluppo del mercato dell’oro, ha annunciato che nella riunione del 7 luglio discuterà una riforma e una ridefinizione del Fixing di Londra, prezzo preso come indice di riferimento internazionale.
 
Con l'estremo interesse manifestato da parte dei regolatori inglesi e tedeschi a conoscere come viene determinato il Fixing di Londra "ogni riforma o sostituzione del Fixing dovrà soddisfare tutti i partecipanti al mercato ed essere circondato da un meccanismo di trasparenza, liquidità e
sorveglienza”, afferma il consiglio.
 
La Londron Bullion Market Association ha affermato che l'idea del World Gold Council di riunire le maggiori imprese di estrazione e gli Exchange Traded Funds assicura un'importante dimensione per la discussione relativa all’indice internazionale in corso.

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento