Oro oggi

Picco di investimenti privati dal crollo dei prezzi del 2013

Il continuo rimbalzo dei prezzi dell'oro e dell'argento nel 2016 sta attirando l'attenzione di un numero di investitori come non si era mai visto dal crollo del prezzo avvenuto nella primavera del 2013, scrive Adrian Ash di BullionVault. 
 
L'incremento del prezzo in dollari ed il picco di 14 mesi del metallo toccato ad aprile sta dando agli investitori sia la possibilità di monetizzare i profitti che di ridurre le perdite, sfruttando i rally del metallo.  
 
Le strategie messe in atto dagli investitori privati hanno quindi spinto il sentiment dell'oro leggermente al ribasso dal picco di 8 mesi toccato a marzo, secondo quanto mostrato dal Gold Investor Index. 
 
L'indice è sceso dal dato di 53,8 di marzo a quello di 53,3 di aprile, indicando un maggior numero di clienti che hanno ridotto o chiuso le loro posizioni rispetto al numero di quelli che hanno aperto nuove posizioni o incrementato quelle preesistenti.  
 
Il dato di 50,0 indicherebbe un perfetto equilibrio tra acquirenti e venditori netti.
 
 
Con un incremento di oltre 300 chili delle proprietà aggregate, il peso complessivo di metallo di proprietà dei clienti di BullionVault – in custodia tra le camere blindate di New York, Londra, Zurigo, Toronto e Singapore - è cresciuto dal mese di giugno dello scorso anno per arrivare a 34,8 tonnellate, un quantitativo superiore alle proprietà della Banca Centrale del Perù, e che collocano la compagnia al 49° posto della classifica mondiale per riserve d'oro.
 
 
Se si considerano le proprietà aggregate dei fondi ETF, BullionVault – il cui servizio non deve confondersi con quello fornito da un fondo ETF – aggrega e gestisce un quantitativo di oro superiore a 67 dei 77 maggiori fondi ETF al mondo.
 
Complessivamente, i 4 mesi iniziali del 2016 hanno fatto registrare il più alto interesse da parte privata nei confronti degli investimenti in metalli preziosi fin dal crollo dei prezzi del 2013, avvenuto tra i mesi di aprile e luglio. 
 
Il rapido incremento dei prezzi continua a dimostrare un cambiamento nell'attitudine all'investimento da parte della clientela che è passata dalla ricerca dei prezzi d'occasione, negli ultimi 3 anni, alla ricerca di un rifugio sicuro nei metalli preziosi per difendersi dal rischio del credito, dai bassi rendimenti dei mercati azionari e dalle politiche monetarie messe in atto dalle banche centrali. 
 
La media quadrimestrale di nuovi investitori dall'inizio del 2016 fino alla fine di aprile è salita del 30% rispetto alla media degli ultimi 3 anni. Se escludiamo il boom dei prezzi di febbraio e marzo, aprile è stato il mese con il maggior numero di clienti da gennaio del 2015. 
 
L'incremento dei prezzi dell'argento – in rialzo del 16% durante il mese – ha spinto molti investitori a vendere in tutto o in parte le loro partecipazioni con un numero inferiore di acquirenti. Il Silver Investor Index è quindi sceso dal dato di marzo di 52.2 al dato di 50.5 di aprile.
 
 
Così come verificatosi per l'oro, nel complesso i clienti di BullionVault hanno acquistato più metallo di quanto ne abbiano venduto, incrementando di oltre 10 tonnellate le proprietà aggregate e facendo registrare il più alto incremento mensile di argento dal mese di luglio dello scorso anno. Ciò ha portato le quantità aggregate di metallo al record di 562 tonnellate in totale.
 

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento