Oro oggi

Oro vicino ai minimi di cinque settimane sotto i 1.319$/oz

Il prezzo dell'oro in dollari è andato vicino al minimo di cinque settimane alla riapertura del mercato a Londra durante gli scambi di martedì mattina. 
 
Nonostante il dato occupazionale americano non sia stato all'altezza delle aspettative, le scommesse sull'incremento dei tassi di interesse da parte della Fed in questo mese sono salite.
 
Wall Street crede che il dato occupazionale di agosto si aggiri intorno a 180 mila nuovi posti di lavoro ad agosto, in ribasso di circa 75 mila rispetto al salto di luglio (255.000).
 
La Federal Reserve annuncerà le misure relative alla politica monetaria il 21 settembre.
 
"L'incremento delle possibilità che i tassi di interesse possano salire prima della fine dell'anno stanno esercitando sempre più pressione sull'oro. Un'ulteriore indicazione si avrà venerdì con l'annuncio dei dati occupazionali americani", ha affermato la compagnia di raffinazione svizzera MKS Pamp.
 
"Ogni dato sarà accuratamente esaminato e qualsiasi commento da parte di ciascun membro della Fed seguito con attenzione", afferma una nota pubblicata dall'agenzia Marex Spectron di Londra.
 
"Per capire cosa farà la Fed bisognerà dimenticarsi di fondamentali, fattori tecnici e qualsiasi altro indice che normalmente viene considerato. Si dovranno considerare semplicemente i dati statunitensi e tutto ciò che è collegato ad essi", ha concluso la Marex Spectron.
 
"Nonostante vi siano stati dei cenni al miglioramento delle condizioni economiche degli Stati Uniti", ha affermato Jonathan Butler della Mitsubishi la scorsa settimana, "la Fed deve giustificare qualsiasi incremento sulla base dei dati disponibili, mentre il dato sull'inflazione servirà a giustificare eventuali ritardi e posticipazioni nell'incremento dei tassi".
 
"Tutto ciò, nel complesso, porterà dei benefici all'oro nel medio termine", ha concluso Butler.
 
Stanley Fisher, Vicepresidente della Fed, nel rilasciare un'intervista a Bloomberg, ha affermato oggi che gli Stati Uniti sono vicini ad avere una situazione di piena occupazione, ripetendo una frase che aveva già detto dodici mesi fa.
 
Nell'agosto del 2015 Fischer definì la bassa inflazione come un fenomeno temporaneo, un commento anche questo ripetuto durante il suo discorso la scorsa settimana.
 
"Gli ultimi dati mostrano una decelerazione dell'inflazione", afferma il magazine The Economist, "pari allo 0,8% anno su anno per il mese di luglio", cui si aggiungono i dati provenienti dai mercati finanziari e i sondaggi sui consumi.
 
"Nemmeno il FOMC crede che l'inflazione sia transitoria", va avanti l'Economist , facendo notare come tra i membri della Fed con diritto di voto la più alta previsione sull'inflazione pari al 2,1% si pensa che possa arrivare non prima della fine del 2018.
 

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento