Oro oggi

Oro: sentiment al minimo dal dicembre 2015

Nel mese di aprile gli investitori privati in oro hanno scelto di monetizzare l'incremento percentuale offerto dal metallo, mettendo fine al più lungo trend di acquisto degli ultimi cinque anni, scrive Adrian Ash di BullionVault.
 
La clientela di BullionVault ha sfuttato le tensioni geopolitiche per vendere metallo al picco di cinque mesi.
 
L'interesse verso l'oro da parte di nuovi investitori è diminuito, il minimo dal dicembre del 2015.
 
La posizione assunta da Stati Uniti e Russia sulla situazione siriana, insieme al primo turno delle elezioni presidenziali francesi, ha visto salire il prezzo medio medio dell'oro sia in dollari che in sterline, come non si verificava da ottobre dello scorso anno. 
 
In valuta euro, il prezzo ha toccato il picco medio mensile come non accadeva dal settembre del 2016.
 
Nel mese di aprile, il numero di persone che hanno ridotto o venduto completamente le loro partecipazioni in oro per mezzo del servizio offerto da BullionVault – prima piattaforma al mondo per lo scambio online di metallo professionale di tipo fisico – è salito di quasi il 22% rispetto al mese di marzo. 
 
 
Il numero di acquirenti netti, invece, è sceso di un quinto, in diminuzione verso il minimo dal mese di gennaio del 2016.
 
Ciò ha portato il Gold Investor Index – che misura gli scambi sul metallo tra gli investitori privati – in ribasso dal dato di 54,2 di marzo a quello di 52,1 di aprile, in diminuzione di quasi il 4%.
 
Una lettura di 50 indicherebbe un bilanciamento perfetto tra il numero di venditori e acquirenti netti durante il mese. 
 
 
I fondi speculativi, per mezzo di contratti futures e opzioni, hanno reagito come se nel mese di aprile fosse imminente la terza guerra mondiale. Le scommesse rialziste sull'oro nel Comex sono salite del 50%. L'argento non è stato da meno.   
 
Il prezzo ha avuto la meglio sulla politica, con gli investitori pronti a sfruttare l'incremento del bene rifugio - in virtù delle tensioni geopolitiche - vendendo complessivamente un quarto di una tonnellata al picco del prezzo di metà aprile. 
 
La domanda netta di metallo è risalita con lo scivolamento dei prezzi a seguito del risultato della prima tornata elettorale in Francia. In una situazione di volatilità dei prezzi il trend sottostante è comunque rimasto positivo.
 
In termini di peso, i clienti di BullionVault hanno portato a termine il mese di aprile con proprietà aggregate pari a 37,9 tonnellate, circa 70 chilogrammi in meno rispetto al record toccato dalla compagnia nello scorso mese di marzo.
 
I quantitativi di argento, nel mese di aprile, sono rimasti quasi invariati rispetto al dato-record di 663 tonnellate di marzo. Le forti vendite di metà mese sono state compensate dallo scivolamento del prezzo del metallo dal picco di cinque mesi del mese scorso, che ha dato alla clientela la possibilità di riacquistare metallo a prezzi vantaggiosi.
 
Complessivamente, durante il mese, il Silver Investor Index è variato leggermente, toccando il dato di 52,1 nel mese di aprile rispetto al dato di 52,2 di marzo.
 
 
Il numero di nuovi investitori è sceso di un quinto nel mese di aprile rispetto alla media mensile degli ultimi dodici mesi.
Attachments: 

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento