Oro oggi

Oro al minimo di 12 settimane per gli acquirenti in euro e sterline

I prezzi dell’oro sono scesi al minimo di 12 settimane per gli acquirenti in euro e sterline questo giovedì.
 
In dollari americani, il prezzo dell'oro al Fixing mattutino di Londra delle 11:00 ha visto il prezzo a 1283.50$/oz, invariato rispetto a quello avuto alle 10:30 nella giornata di mercoledì.
 
Scendendo successivamente dell’1.1% in un’ora, i prezzi dell’oro in dollari hanno fatto registrare il peggior Fixing pomeridiano del 2014 fino adesso, toccando per un attimo il più basso livello dal 10 febbraio a questa parte, al di sotto di 1270$/oz.
 
I lingotti d’argento, che domani compiranno tre anni dal picco di 50$/oz raggiunto tre anni fa, hanno esteso le perdite avute con l'oro, scendendo sotto 19$/oz per la prima volta dal dicembre del 2013, ma dimezzando la stessa del 2.7% prima dell’inizio degli scambi a New York.
 
“L’oro ha ricevuto qualche supporto (mercoledì) dall’escalation della crisi in Ucraina, oltre ai dati provenienti dagli Stati Uniti sulla vendita di case, i quali dati sono stati più deboli del previsto. Continuamo a pensare che gli Stati Uniti siano sulla via della ripresa economica, tale ripresa metterà sotto pressione i prezzi dell’oro nel lungo periodo”, afferma Lv Jie, analista della China for Cinda Futures Co.
 
"La prossima settimana vedrà la Federal Reserve continuare la sua politica di ridimensionamento nell'acquisto di asset tossici di altri dieci miliardi di dollari ”, afferma il Financial Times.
 
La Banca Centrale Europea, per contro, potrebbe muoversi nella direzione di aumentare significativamente il grado di "accomodamento monetario”, ha affermato Mario Draghi nel discorso di oggi ad Amsterdam.
 
Nel mercato valutario, l’euro è scivolato pesantemente, toccando il minimo di due settimane a 1.3790$.
 
I mercati azionari asiatici hanno chiuso al ribasso. Il contratto più attivo, scambiato nel Gold Exchange di Shangai, ha chiuso giuovedi a 60 centesimi per oncia al di sotto del prezzo di Londra.
 
“Non c’è tanto acquisto di oro dalla Cina”, afferma Reuter nel riportare una fonte non meglio precisata di Hong Kong.
 
Dopo il record di import grazie alla domanda da parte degli investitori privati nel 2013, “le persone stanno aspettando che il prezzo scenda”, afferma la stessa fonte, costringendo alcuni venditori ad offrire l’oro a soli 80 centesimi di premio per oncia sui prezzi internazionali di Londra.
 
Mercoledì a Londra, l’ammontare di lingotti d’oro depositati nella camera blindata della HSCBC, per fornire copertura alle azioni del gigantesco fondo SPDR Gold Trust, è rimasto invariato al minimo di tre mesi per il terzo giorno consecutivo.

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento